Arriva l’assegno unico: si parte dal 1° luglio

20

bank denaro euroROMA – Arriva l’assegno unico: si parte dal 1° luglio e sarà disponibile anche per coloro che non percepiscono assegni al nucleo familiare, ossia autonomi e disoccupati. L’aiuto statale verrà corrisposto per ciascun figlio minore in base al numero dei figli stessi e alla situazione economica della famiglia certificata con l’Isee.

Gli importi mensili per ciascun figlio sono rapportati a ogni singolo indicatore economico della famiglia (ISEE). Ad esempio con un Isee fino a 7mila euro si avrà diritto a un assegno di 167,5 euro a figlio nei nuclei fino a 2 minori. Importo che salirà a 217,8 con almeno tre figli. Inoltre, l’importo dell’assegno è sempre maggiorato di 50 euro in caso di figli con disabilità.

Come fare richiesta?

Per ottenere il nuovo assegno bisognerà presentare domanda on line all’Inps o ai patronati secondo le regole che saranno fissate dall’Inps entro il 30 giugno. Tutto verrà erogato con bonifico bancario direttamente sul conto corrente. In caso di affido condiviso dei minori l’assegno sarò accreditato al 50% sull’Iban di ciascun genitore.

L’assegno sarà esentasse e compatibile con il reddito di cittadinanza e con l’eventuale fruizione da parte delle famiglie di altre misure in denaro di sostegno a favore dei figli a carico erogate da regioni, province e comuni. Soddisfatta l’ex ministra della salute Giulia Grillo, deputata del Movimento 5 Stelle, che parla di “una misura che si aspettava da tempo ed è finalmente realtà”.