Baustelle: “I musicisti arrivano già stanchi negli hotel”, arriva il libro diario del tour

MONTEPULCIANO (SI) – Una band in viaggio per teatri, camere d’albergo, treni, aerei e bus. I silenzi e gli applausi del pubblico, le attese, i vizi per ingannarle, le città attraversate per frammenti, secondo un fuso orario alternativo, dentro inquadrature d’occasione.

“I musicisti arrivano già stanchi negli hotel” (La Nave di Teseo) è il racconto di Francesco Bianconi – cantante e compositore dei Baustelle – in tour con la band attraverso l’Italia, nell’accavallarsi delle stagioni e dei paesaggi, accompagnato dalle fotografie di Gianluca Moro, che li ha seguiti in questo assolato e acclamato migrare.

Tra i testi sospesi nello spazio esatto e indistinto fra prosa e poesia – come le canzoni che hanno reso Bianconi una delle firme più autorevoli del panorama italiano – e le istantanee intime e calde della vita del backstage e dei furgoni con gli altri componenti del gruppo – Rachele Bastreghi e Claudio Brasini – questo libro sfugge alle definizioni per completare come una traccia nascosta la produzione musicale di una delle band più iconiche e più amate della musica contemporanea.