“Boom”, il singolo di Architetto: “canzone che racchiude immagini ricorrenti”

14

architetto

“‘Boom’ vuole farvi cantare, riflettere, ridere e piangere. Vuole farvi sentire liberi, insomma vuole farvi essere ‘finalmente e orgogliosamente pazzi'”

Boom” (Rumore di Zona/The Orchard) è il titolo del singolo che segna il debutto discografico di Architetto, progetto del cantautore romano Nicola Nobile. Il brano, disponibile da giovedì 22 aprile, è prodotto da Marta Venturini e Bodalicious Collective e registrato allo Studionero di Roma.

Architetto ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Boom” è il tuo primo singolo di che cosa si tratta?

“Boom” è una canzone scritta di recente e racchiude immagini ricorrenti di un periodo un po’ disordinato. In periodi di stress ti ritrovi quasi che stai per esplodere e può essere per cause esterne o magari perché sei troppo scemo e ricadi sempre negli stessi errori ma comunque sei lì pronto ad esplodere. A me succede molto spesso e mi rendo conto di quanto possano essere importanti quelle persone che hai sempre vicino e di cui in fondo non puoi fare a meno, al solito parcheggio, con le solite persone.

Che cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Mi piacerebbe che passassero semplici immagini nelle quali le persone si ritrovino o comunque ci si avvicinino.

Come vivi questo debutto?

Sono contentissimo, ho vicino persone fantastiche.

Raccontaci come ti sei avvicinato al mondo della musica?

Alle scuole medie ho fatto un corso sperimentale di chitarra classica che è durato per tutti e tre gli anni. Dopo non l’ho più suonata fino al quinto anno di liceo scientifico e non ho più smesso.