“Cambà”, il nuovo album di Andrea Castelfranato “ispirato” dalla quarantena

ROMA – Esce il nuovo album del chitarrista abruzzese Andrea Castelfranato: “Cambà”. Come spiega lo stesso musicista, il titolo “nel mio dialetto significa letteralmente campare, vivere. A volte ti chiedono “Come stai” e si risponde con un semplice ma efficace “si tira a cambà”, oppure, ancora più forte se è detto in prima persona, “tiro a cambà”, che indica uno sforzo, una fatica che si sta facendo per sopravvivere. Una fatica mentale, più forte di quella fisica. “Cambà” è il succo di chiunque si sia trovato e sta ancora vivendo questa condizione del “tirare a campare”, di chi ha assistito al blocco del mondo dell’arte e di chi lavora affinchè l’arte possa essere cullata”.

“Cambà” è un album di 10 brani, “molti scritti durante la quarantena, e sono brani dal carattere mediterraneo, latino… avevo voglia di sole, calore, di mare e di sabbia. Mi sono fatto questo regalo, che rimarrà per sempre il ricordo legato a questo anno. Ringrazio chi ha lavorato a distanza al mio progetto, dai musicisti al fonico, con un uso sfrenato di wetransfer. Ho deciso di stampare soltanto 100 copie, sperando che questo mio lavoro venga apprezzato e condiviso da voi, per dare un senso al mio progetto e per far sì che noi artisti manteniamo viva la nostra voglia di creare”.

Chi volesse può ordinare e prenotare il disco tramite la mail andreacastelfranato@icloud.com.