“Cento notti”, il singolo di Malecherifarei che dà il titolo al suo secondo album

15
foto di Niccolò Sacco

MILANO – È in radio “Cento Notti”, il singolo di Malecherifarei che dà il titolo al suo secondo album (Miraloop/Believe). “Cento notti”, un concetto, un’idea, la cui natura si è evoluta acquisendo diversi significati e valori significanti. “Cento Notti”, quelle in cui questo disco è stato composto e creato.

“Cento Notti” è il tentativo di esteriorizzare un moto interiore, come le luci accese delle finestre dei palazzi, che proiettano nell’oscurità della notte un attestato di vita. Un condensato di amore, rabbia e abbandono, illusioni e disillusioni che aprono e chiudono un ciclo, dandogli senso.

“Cento notti sono il tempo necessario ad un sentimento per nascere e radicarsi nel profondo e – afferma Malecherifarei – allo stesso modo di morire, sradicandosi dallo stesso suolo emotivo”.

Un percorso di dieci canzoni che inizia proprio con “Cento Notti”, il brano di apertura dell’album, dove il cantautore bolognese ci accoglie nel suo mondo interiore e ci accompagna, facendoci sentire parte dello stesso viaggio. Ci invita ad arrenderci alle emozioni più belle, a dirci quelle cose forti che abbiamo sempre paura a dirci, a rimanere insieme. E a mettere via delle pistole che, tanto, non sparano più in là del blu.