“Clubhouse”, Chico: “Ho scelto di nuotare completamente contro corrente”

11

chico clubhouse

Da venerdì 4 giugno è in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali “Clubhouse”, il nuovo singolo di Chico. Clubhouse è una canzone Gangsta Trap trasgressiva, decisa e carica di energia. Accompagnato dalle note di pianoforte di “Zeta Productions” il Rapper di Pordenone parla chiaro dalle prime barre: “Io non perdo tempo su ClubHouse sto nella TrapHouse”. I BPM della produzione sono alti e dalla lirica permea l’intensità dello stile di vita esagerato che l’artista, tra fantasia e realtà, intende descrivere e, con metafore e immagini chiare riesce a trasmettere all’interlocutore, donando a chi ascolta la sensazione di essere in un film crime.

Chico ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Clubhouse” è il tuo nuovo singolo di che cosa si tratta?

“Clubhouse” è un singolo Gangsta Trap che si contraddistingue per l’aggressività con cui mi pongo. Ho scelto di nuotare completamente contro corrente consapevole del fatto che in Italia l’ascoltare medio preferisca un approccio quasi parlato e neo melodico al genere. Ho scelto questo approccio proprio per protesta e ribellione poiché ciò che guida l’anima del mio movimento è una fiamma anticonformista. Ciò non significa che in futuro non sfrutterò la mia voce, anzi, posso dire che ho già molti pezzi cantati e radiofonici pronti ad uscire. “Clubhouse” per me è stata come uno sfogo in scrittura, l’ho scritta in maniera esplosiva e dopo pochi minuti era pronta. Devo dire che da quando l’ho fatta e pubblicata mi sento meglio.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Con questo brano ho voluto trasmettere il fatto che un ragazzo di provincia può trovarsi a vivere uno stile di vita molto intenso e fuori dagli schemi pur essendo lontano dalle metropoli. Nelle ultime barre viene sottolineato il fatto di come una persona così tenda a venire isolata in contesti di provincia come questo. Mentre in città uno stile di vita spinto al limite è quasi normale. La Trap life è uno stile di vita che solo chi ha vissuto può capire e uscirne è una benedizione. Con questo brano intendo inoltre trasmettere il potere di redenzione che può avere la musica su una persona che per un motivo o per l’altro ha smarrito la strada di casa.

C’è anche un videoclip, come si caratterizza?

Il video clip è girato principalmente al chiuso in uno studio fotografico poiché non era possibile in quel periodo girare all’esterno causa Lockdown. Abbiamo dunque caratterizzato il video con effetti speciali,ballerine, colori e effetti luce stroboscopici ad alta intensità. Inoltre come special guest ho deciso di invitare Sofy Mala , Sexy star sempre più notoria in Italia. Per l’occasione mi colorai pure i capelli di rosa e mi feci disegnare due emoticon sulla parte dietro, un angioletto è un diavoletto.

Come ti sei avvicinato alla musica rap?

All’inizio facevo altro, ballavo break dance e suonavo con i giradischi nel tempo libero. Un giorno un mio vecchio amico di infanzia mi spiegò come si scriveva il rap all’interno della musica definendomi così il concetto di barre. Da allora ho scoperto un nuovo modo di esternare ciò che a volte non voglio o non posso dire e penso che continuerò per tutta la vita, indipendentemente da tutto lo faccio perché mi piace. Inviato da iPhone.