“Cocoa Stories”, alla scoperta del buono del cioccolato con Vanini

25

evento vanini bagua cocoa stories

Vanini è il primo produttore di tavolette di cioccolato in Italia a proporre una nuova modalità di fruizione, tutta digitale, pensata per avvicinare i consumatori ai protagonisti della filiera del cacao

Il cacao è un prezioso dono della natura di cui ICAM si prende cura da sempre, seguendone l’intero processo di trasformazione in cioccolato di qualità superiore. Un’attenzione che si traduce in un prodotto eccellente, che ogni giorno arriva sulle tavole di migliaia di consumatori che credono nel valore della sostenibilità.

E proprio per accompagnare i consumatori alla scoperta del “buono del cioccolato” Vanini, l’azienda – prima in Italia tra i produttori di cioccolato – ha scelto di adottare per la sua linea di tavolette Bagua un nuovo connected packaging, sviluppato insieme all’agenzia ViewToo. Un’innovativa tecnologia che sfrutta l’utilizzo della Realtà Aumentata per offrire ai consumatori un’esperienza digitale inedita nel mondo del cioccolato, in linea con lo spirito innovatore e pionieristico che da sempre caratterizza l’azienda.

“Al centro della filosofia del nostro premium brand Vanini, c’è proprio l’attenzione verso la filiera produttiva, il riconoscimento del valore delle persone che contribuiscono al processo di raccolta e trasformazione del cacao, la protezione dell’ambiente, della sua biodiversità e la continua innovazione delle tecnologie impiegate lungo tutto il processo di lavorazione. Oggi abbiamo deciso di fare un ulteriore passo in avanti, dando a tutti la possibilità di viaggiare virtualmente verso il territorio di origine del cacao, nelle foreste dell’Amazzonia in Perù, per scoprire le ‘cocoa stories’ dei contadini che ogni giorno si prendono cura di questa preziosa risorsa”, ha spiegato Giovanni Agostoni, Direttore Commerciale e Marketing ICAM.

Grazie al QR code presente all’interno della confezione, caratterizzato da tre differenti grafiche che raffigurano una donna, un uomo e una ragazza membri della cooperativa Aprocam – con cui ICAM collabora – i consumatori si ritroveranno direttamente nel distretto di Bagua, regione a Nord del Perù, dove tutto ha origine. Ad ognuno dei tre protagonisti è affidata una diversa storia in lingua originale Awajun, corredata da sottotitoli, che racconta la loro vita come coltivatori e l’impatto positivo che Aprocam e ICAM hanno avuto sull’intera comunità. Inoltre, l’esperienza prevede una funzionalità multilingua che permette agli utenti di fruire un’esperienza in italiano o in inglese, a seconda dell’idioma impostato da ciascuno sul proprio smartphone.

Per attivare i contenuti di realtà aumentata, è sufficiente inquadrare il QR code con il proprio smartphone, in quanto la tecnologia web AR implementata funziona grazie al browser nativo del device. L’ambiente è navigabile e, pertanto, muovendo lo smartphone è possibile accedere a diverse sezioni. Tra queste, grazie all’instant tracking che permette di ancorare un contenuto 3D in un punto dello spazio e di manipolarlo ruotandolo e ingrandendolo – feature che rende realistica l’esperienza e arricchisce lo storytelling – il consumatore può piantare un seme di cacao nel proprio ambiente e seguire, passo dopo passo, la crescita dell’albero, dalla nascita del primo germoglio alla raccolta dei suoi frutti, fino al processo di raccolta e all’essicazione delle fave. A completare l’esperienza, anche la geolocalizzazione, per potersi avvicinare virtualmente a una terra così lontana.

In questo modo, la filiera del cacao si trasforma così in un percorso di scoperta dinamico e divertente, oltre che interattivo e immersivo, perfetto per accompagnare adulti e bambini nell’esplorazione del mondo da cui deriva l’alimento tanto amato che è il cioccolato.