“Continenti”, il testo del brano di Elasi tra beat etnici ed elettronica [VIDEO]

Disponibile dallo scorso 10 aprile il singolo della cantautrice che anticipa l’uscita di “Valanghe”, il nuovo EP

elasiDa venerdì 10 aprile, disponibile in digitale “Continenti” nuovo singolo della cantautrice e producer Elasi che anticipa l’EP “Valanghe” in uscita a maggio per Sugar. Mai come oggi la narrazione di un amore vissuto tra Skype ed attese può essere capita così a fondo. “Continenti” scritto dalla stessa Elasi, è un manifesto dei giorni d’oggi dove due anime possono essere legate malgrado un’enorme lontananza spaziale. Lunghe attese, videochiamate e interruzioni diventano un mantra che si ripete fino a diventare una magnifica ossessione musicale.

L’artista trasporta l’ascoltatore in un mondo di beat etnici, elettronica ricercata e rime colme di introspettività e sentimenti sinceri.

La cantautrice, nei suoi brani, affronta tematiche attuali attraverso un’esplosione di suoni con la sua inconfondibile energia e sonorità elettro-pop. La grande cura per gli arrangiamenti e la passione per le influenze sonore più strane ed esotiche prendono forma in un mix di stili vicini e lontani, donando al sound di Elasi una freschezza naturale che cattura fin da subito chi ascolta.

Elasi a.k.a. Elisa Massara, classe 1993, nata ad Alessandria ma di base a Milano, ha iniziato i suoi studi anni fa in conservatorio. Nel 2019 sono usciti i suoi singoli Benessere, Vivo di Vividi Dubbi e Si Salvi Chi Può, all’interno dei quali Elasi reinventa le sue sonorità attraverso stili diversi: dall’afrobeat all’house, dalla bossa al funk. Dopo le partecipazioni al MI AMI Festival e all’Home Festival, ha terminato il tour “CHI”, performance crossmediale di musica elettroacustica e videoarte.

TESTO DI CONTINENTI – ELASI

Io non so resistere
Con un continente fra me e te E non so più esistere
In un buio di parole timide
Solita danza
A distanza
Se piango
Su Skype
Interferenza
Di continenti in continenti Sul posto noi corriamo Incastonandoci a frammenti O ti conosco o ti amo
Orari a fusi
Confusi
Ma mai ci crederemo
Illusi
Noi appoggiati a una serranda Fuori mille albe
Amore che comanda e scalda Finchè non fa domande
Io non so resistere
Con un continente fra me e te E non so più esistere
In un buio di parole timide
Se un giorno ho
Tanto vale anche dipingerlo Per te indosserò
Un velo di ricordi insolubili
E poi noi
rimarremo schegge invisibili Oltre voi
E i vostri credo indiscutibili C’è un altrove sai
Dove si vive liberi (x2)
Io non so resistere
Con un continente fra me e te E non so più esistere
In un buio di parole timide
Se un giorno ho
Tanto vale anche dipingerlo Per te indosserò
Un velo di ricordi insolubili
Io non so resistere
Con un continente fra me e te E non so più esistere
In un buio di parole timide