Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 27 agosto 2020: +1.411 nuovi casi

coronavirus covid-19 giovedì

In attesa del bollettino del 27 agosto 2020 sono 1.376 nuovi casi,1.058 i ricoverati, 69 quelli in terapia intensiva, 11 i decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, giovedì 27 agosto andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 26 AGOSTO

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 1.376 e 11 i decessi.1.058 le persone ricoverate, 69 quelle in terapia intensiva, 19.629 quelle in isolamento domiciliare.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano: 5.969 in Lombardia, 2.412 nel Lazio, 2.301 in Emilia Romagna, 2.158 in Veneto, 1.295 in Campania, 1.208 in Piemonte, 1.191 in Toscana, 980 in Sicilia, 597 in Puglia, 513 in Sardegna, 440 in Liguria, 366 in Abruzzo, 321 in Friuli Venezia Giulia, 241 nelle Marche, 212 in Umbria, 178 a Bolzano, 173 in Calabria, 74 in Basilicata, 65 in Molise, 47 a Trento, 12 in Valle d’Aosta.

RITORNO TRA I BANCHI DI SCUOLA

Dal vertice tra Governo e Regioni emerge che verranno distribuiti dispositivi di protezione individuale e gel, mentre da venerdì partiranno le consegne dei banchi. I Governatori hanno proporso che nel caso si imponesse la necessita’ dell’utilizzo delle mascherine anche in classe per gli studenti, laddove dunque non fosse possibile il distanziamento, si potrebbe valutare l’utilizzo dei dispositivi di protezione in maniera diversa a seconda delle situazione e dei territori, tenendo conto di indici di contagio e di eventuali focolai. Sulla proposta si pronuncerà nei prossimi giorni il Comitato tecnico scientifico.

Commenta così su Facebook il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti:Ancora una volta l’ennesima riunione con il Governo, a ormai pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico, si è conclusa con un nulla di fatto: nessuna decisione sull’uso o meno delle mascherine in aula, né sulle modalità di rientro, così come sul trasporto pubblico locale. Se si decide di far tornare sempre di più un Paese alla normalità, dopo l’emergenza Covid, soprattutto in previsione delle riaperture delle scuole, bisogna essere in grado anche di assumersi delle responsabilità. Ad esempio, è impensabile far tornare le persone al lavoro e agli impegni scolastici e post scolastici con le regole ventilate in questi giorni dal Governo per il trasporto pubblico locale. Dobbiamo banalmente fare i conti con i mezzi che abbiamo a disposizione e, per garantire che tutti possano arrivare a destinazione nei tempi previsti, sul posto di lavoro o a lezione, è indispensabile che non vengano disposte regole che poi alla realtà dei fatti risulterebbero totalmente inapplicabili. Pensare di non far occupare, per esempio, tutti posti a sedere su un autobus è completamente lontano dalla realtà”.

Il Viceministro della Salute Pier Paolo Sileri, ai microfoni di La7,  ha dichiarato che é prematuro dire oggi che la scuola richiuderà. Se vi sarà un contagiato è possibile che chiuda una classe e vengano messi in quarantena i ragazzi di una classe, così come è possibile se ci saranno contagi tra ragazzi di classi diverse che venga chiuso un istituto.

I DATI COVID DEL 27 AGOSTO

Alle 18 il Ministero della Salute ci aggiornerà nuovamente su quelli che saranno stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 1.411 e 5 i decessi.1. le 131persone ricoverate, 67 quelle in terapia intensiva, 20.734 quelle in isolamento domiciliare.