Da LG la mascherina elettrica a batteria che purifica l’aria

ROMA – Una mascherina elettrica e ricaricabile, dotata di filtri e ventole per purificare l’aria e semplificare la respirazione, da usare al posto delle classiche mascherine usa e getta. A idearla, in periodo di pandemia, è LG, che la presenterà all’Ifa, la fiera tecnologica di Berlino al via il 3 settembre.

La maschera hi-tech si chiama “PuriCare Wearable Air Purifier” e si presenta come un purificatore d’aria indossabile. Integra due ventole d’areazione a tre velocità, e un sensore respiratorio brevettato che riconosce quando si espira e si inspira in modo da regolare la velocità delle ventole per agevolare la respirazione.

Nel suo annuncio LG non parla esplicitamente di Covid-19, ma afferma che il dispositivo “risolve il dilemma tra le mascherine fatte in casa, di bassa qualità, e le mascherine monouso che scarseggiano. L’apparecchio della società sudcoreana integra due filtri Hepa 13, ad alta efficienza, sostituibili, e una batteria leggera, da 820mAh, che promette fino a 8 ore di autonomia alla velocità minima e due ore alla velocità massima. La custodia in dotazione, inoltre, mentre ricarica la mascherina la igienizza attraverso l’uso di luci Led UV.