Dayanira ci parla del suo primo singolo “Badgirl” [VIDEO]

52

dayanira

Nel videoclip ufficiale di “Badgirl” ci sono due scene principali: una con Dayanira e le modelle in una camera da letto di un hotel milanese che si divertono insieme ballando sulle note della canzone e scambiandosi confidenze piccanti

Dal 12 novembre è disponibile in rotazione radiofonica “Badgirl”, primo singolo di Dayanira già presente su tutte le piattaforme di streaming. “Badgirl”, prima release di Dayanira, è un brano R&B-Drill con influenze Pop che racconta la storia di un ragazzo conteso tra due ragazze. La protagonista è una ragazza sicura di sé, egocentrica e determinata, consapevole che il suo ex ragazzo non smetterà mai di desiderarla e di pensarla nonostante a lei non importi più nulla. Questa provocazione genera una reazione nella nuova partner del ragazzo creando un antagonismo tra le due.

Dayanira ci ha gentilmente concesso un’intervista.

Spesso per diventare artisti a tutti gli effetti è necessario uscire dalla propria comfort zone. Hai dovuto rinunciare a qualcosa per inseguire il tuo sogno?

Aver lasciato le mura di casa per me è stato l’effettivo abbandono della comfort zone. Fortunatamente vengo da una buona famiglia di sani principi e valori dove il piatto a tavola non è mai mancato…ma non ho esitato quando ho deciso definitivamente di andarmene, perché ero consapevole del fatto che, se avessi voluto realmente inseguire il mio sogno, sarei dovuta venire a Milano.

Secondo te l’Italia offre buone opportunità di esprimersi a livello artistico per quanto riguarda il panorama emergenti?

In Italia l’arte la fa da padrona! Per quanto riguarda il panorama emergenti si ha un margine di visibilità maggiore nel Nord Italia.

Il tuo brano d’esordio, Badgirl, contiene delle influenze drill soprattutto nel videoclip. E’ un sottogenere che apprezzi particolarmente?

Ultimamente la drill sta dominando le classifiche, sicuramente mi sono ispirata alle nuove leve ma non credo di attenermi totalmente ad un solo genere; però si mi gasa.

Sei soddisfatta di come sta andando il tuo primo singolo? Quali sono i feedback che ricevi più spesso?

Per essere il mio singolo d’esordio sono contenta dei numeri e dei risultati, ciò nonostante credo di poter fare sempre di più e di ottenere in futuro maggiori risultati. Ho avuto molteplici feedback positivi e alcuni negativi, ma va bene, fa parte del game.

Com’è stato per te questo periodo di pandemia? Ha inciso negativamente sul tuo processo creativo?

Durante la pandemia ho avuto modo di fare i conti con me stessa, spesso e volentieri soffermandomi su cosa io volessi realmente scrivere nei miei brani, dopo un’ attenta analisi ho realizzato che le persone hanno sofferto molto e subito numerosi danni, perciò con la mia musica ho deciso di regalare minuti di spensieratezza forza e determinazione.