Edoardo De Angelis, nuovo tour al via da Palmi

63

ROMA – Prenderà il via domenica 29 gennaio da Palmi (Reggio Calabria) il nuovo tour del cantautore Edoardo De Angelis. Sarà un vero e proprio giro d’Italia per l’autore di “Lella”, “Una storia americana” e tanti altri brani tra i più significativi della musica italiana, per presentare sia il recente album “Il cantautore necessario/2” realizzato con il chitarrista Michele Ascolese e con la produzione artistica di Francesco De Gregori, che altri progetti come “Le statue parlano”.

Edoardo De Angelis sarà in concerto domenica 29 gennaio a Palmi (Reggio Calabria) con il progetto “La casa senza porte”. Giovedì 2 febbraio “Il cantautore necessario” sarà presentato al Teatro Jolly di Palermo, per poi replicare venerdì 3 febbraio al Castello di Mezzojuso (Palermo). Domenica 5 febbraio Edoardo De Angelis sarà alla Sala Paolo Poli di Ostia (Roma) con “Canzoni disordinate”, mentre martedì 7 febbraio “Il cantautore necessario” sarà presentato alla Società Dante Alighieri di Roma. A febbraio riprende anche il progetto nei musei “Anche le statue parlano”: domenica 19 febbraio appuntamento al Museo della Grande Guerra di Gorizia, mentre domenica 26 febbraio sarà al Lapidario Tergestino di Trieste. Il tour, che è in continuo aggiornamento, proseguirà a marzo. “Il cantautore necessario” sarò presentato martedì 7 marzo al Bravo Caffè di Bologna e venerdì 10 marzo al Caffè Caucigh di Udine. Giovedì 23 marzo, in un luogo ancora da definire, ci sarà invece “Due amici dopo cena”, uno speciale happening musicale che vedrà protagonisti Edoardo De Angelis e Neri Marcorè. Domenica 26 marzo nuovo appuntamento con “Anche le statue parlano” al Museo Paleocristiano di Aquileia (Udine).

E’ uscito da poche settimane l’album “Il cantautore necessario/2”, secondo volume della collana pensata e realizzata da Edoardo De Angelis e Michele Ascolese. I due artisti hanno realizzato insieme il secondo volume di una collana dedicata alla grande canzone d’autore italiana, quella che ha accompagnato la vita di molti, lasciando una traccia importante nella storia sociale e culturale del nostro Paese. Come nel caso del primo volume, “Il Cantautore Necessario/2” si è avvalso ancora della eccellente produzione artistica di Francesco De Gregori, che ha suonato l’armonica in due brani dell’album e si è dichiarato “felice di fare un po’ di musica necessaria”. Il disco si avvale di alcune partecipazioni speciali come quelle di Erica Boschiero, Neri Marcorè, Daniela Colace oltre a musicisti di grande livello, tra cui Kyungmi Lee al violoncello, Mimmo Epifani e Mimmo Locasciulli al piano. Nel disco figurano reinterpretazioni, tra gli altri, di brani di Francesco Guccini, Antonello Venditti, Mimmo Locasciulli, Franco Battiato e Paolo Conte.

Al tempo stesso è una vetrina nella quale è stata preparata, in buon ordine, una proposta di ascolto, di viaggio, di conoscenza per il pubblico che a questo genere di canzone non si è mai, o non si è ancora, avvicinato. Ne fanno parte, rielaborate musicalmente da Michele Ascolese, e affidate alla voce di Edoardo De Angelis, canzoni pubblicate dai primi anni ‘70 a fine anni ‘90, scelte con grande attenzione e in buona armonia da Francesco, Edoardo e Michele attingendo alle opere di Franco Battiato (”Prospettiva Nevsky”), Fabio Concato (“Prendi la luna”), Paolo Conte (“Sparring Partner”), Goran Kuzminac (“Stella del nord”), Francesco Guccini (“Vorrei”), Mimmo Locasciulli (“Gli occhi”), Claudio Lolli (“L’amore ai tempi del fascismo”), Vasco Rossi (“Jenny è pazza”), Gianmaria Testa (“Gli amanti di Roma”), Roberto Vecchioni (“Blumun”), Antonello Venditti (“Le cose della vita”) e Zucchero (“Un piccolo aiuto”).

Cantautore fra i più noti del panorama italiano, Edoardo De Angelis, nel corso della sua lunga carriera, ha contribuito allo sviluppo e all’immagine della canzone d’autore collaborando con i più grandi nomi della musica italiana. Il suo percorso artistico inizia con la vittoria al Cantagiro Cantamondo del ‘71 dove, in coppia con il compagno di liceo Stelio, presenta la celebre “Lella”, ballata romana entrata nel patrimonio della musica popolare italiana. Nel ‘73 inizia l’avventura con la Schola Cantorum lavorando su quattro album e alcuni singoli di grande successo. Nello stesso periodo incontra al Folkstudio il giovane Francesco De Gregori, del quale diventa produttore artistico per i due album di esordio, “Alice non lo sa” e “Francesco De Gregori”. Nel ‘76 la RCA pubblica il suo primo Lp da solista, “Il tuo cuore è casa mia”. Durante la sua carriera De Angelis è stato autore di testi per Capitolo 6, Riccardo Cocciante, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Mina, Amedeo Minghi, Ricchi e Poveri, Marisa Sannia, Schola Cantorum, I Vianella, Edoardo Vianello. Successivamente il cantautore romano ha dato vita ad una sua etichetta discografica Cantare in Italiano, aperta ai nuovi talenti e associata alla BMG Ricordi, con la quale ha pubblicato i due album d’esordio di Max Manfredi, “Le parole del gatto” e “Max”, e realizza la produzione artistica del doppio album di Sergio Endrigo “Il giardino di Giovanni”. Edoardo De Angelis ha poi condotto, come esperto di musica italiana e canzone d’autore, diverse rubriche giornalistiche specializzate, tra cui “Scuola di cantautore” (Ciao 2001) e “Ritratto d’autore” (Blu). Insieme a Sergio Endrigo, è stato titolare di una serie radiofonica sulla storia della canzone d’autore (Rai Radio1). Negli ultimi anni è stato protagonista di spettacoli teatrali e la sua canzone “Io credo io penso io spero”, cantata da Antonella Ruggiero nella colonna sonora del film Blackout, ha vinto il Premio nazionale Colonne Sonore come migliore canzone inserita in un film italiano nell’anno 2014. Nel 2016 è uscito il primo volume de “Il cantautore necessario” con Michele Ascolese, mentre è del 2018 l’album “Nuove canzoni” e del 2020 l’album “Io volevo sognare più forte”.