“Gios3” è il nuovo singolo di Muriel: “Il racconto della mia storia d’amore”

21

“Io così egoista ed emancipata avevo perfino posticipato la mia partenza per Londra per lui, in pratica ci dividevano solo cinque ore di macchina”

gios3 murielMercoledì 20 ottobre 2021 (distr. Believe) è uscito Gios3, il nuovo singolo di Muriel, il primo e unico brano d’amore della cantautrice pop: una relazione a distanza, la pioggia e i tatuaggi di cui in fondo non ci pente mai abbastanza. Una voce fuori dal coro che porta oggi un brano che parla dell’amore più quotidiano e atipico, facendo a botte col sonno.

Muriel ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Gios3” è il tuo nuovo singolo, di che cosa si tratta?

GIOS3 è il racconto di una storia d’amore, della mia storia d’amore, che da però modo ad ognuno di noi di immedesimarvici grazie ad immagini semplici ed accessibili a chiunque. Con questo pezzo regalo una parte di me finora nascosta, ma soprattutto elogio il rapporto sano, spesso messo in secondo piano da relazioni malate.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Scrivo per me stessa, perché mi fa bene, perché mi cura, dunque più che un volere è uno sperare che a lavoro finito, da un mio qualsiasi brano, anche le altre persone ne possano trarre beneficio. Nello specifico, con GIOS3, mi auguro di riuscire a promuovere una versione pura e propositiva dell’amore, ultimamente andata perduta per via della socialità che viviamo. Violenza, meccanismi malati, emozioni contorte sono ormai parte integrante di moltissimi rapporti interpersonali, siamo contaminati da esempi sbagliati che mano a mano iniziano a sembrarci la normalità.

Che tipo di accoglienza ti aspetti?

Non mi aspetto niente, in quanto sono giunta alla conclusione che farsi aspettative, il più delle volte, porta solo ad incombere in forti delusioni. Sarei però onorata di poter far commuovere chi mi ascolta, di far assaporare emozioni, ed è ciò che sta accadendo. La gente mi ringrazia, e penso che sia un traguardo incomparabile. L’accoglienza che sto ricevendo mi scalda il cuore e sono fiera di essere riuscita ad arrivare a quello di tutti voi. Grazie perciò, lo dico anche io.

Come nasce il tuo progetto musicale?

Il mio progetto nasce per necessità. La musica mi ritrova dopo diversi anni, mi prende e mi salva da un futuro tutt’altro che roseo. Scrivere è la mia medicina, mi aiuta a comprendermi, a perdonarmi, ad accettarmi e soprattutto ad esprimere ciò che con banali parole non sono in grado. Fare canzoni mi fa stare bene, non chiedo altro.