“Happier” ci fa davvero felici

Happier Mashmello feat Bastille

Il brano di Mashmello feat Bastille ci trascina ancora in un vortice di emozioni

Nella classifica internazionale dei brani più ascoltati di ottobre 2018 de L’Opinionista, il singolo si era aggiudicato il podio in un conteso testa a testa con “Shallow”, colonna sonora del film “A star is born” cantata in duetto dalla cantante nonché protagonista della pellicola Lady Gaga e Bradley Cooper attore e regista del film e ad oggi continua a far palpitare i nostri cuori.

Da quel 17 agosto 2018 quando la canzone è stata pubblicata on line sulle piattaforme, il suo ritmo è prevalso su tanti altri per mesi. “Happier” nasce dal connubio di due grandi firme e il risultato risulta all’altezza delle aspettative.

Il producer Marshmello decide di lavorare con una delle band pop – rock più in voga e da un testo dolce e malinconico nasce un ritmo avvolgente e delicato con una scia di frizzante. Il testo scritto dai Bastille con la voce di Dan Smith risulta un mix di buoni sentimenti ed intenti calzati su una melodia energica che gli conferisce potenza comunicativa ed emozionale. Così pure il video.

Una bambina, poi adolescente e il suo cagnolino che con lei cresce. Si divertono e si coccolano. Emerge tra le scene del video-clip quell’amore vero e sincero che si instaura tra gli animali e che dà respiro di profondità e purezza a quanto di stupendo possa esserci in questa vita.

Un legame inscindibile che non tradisce né punisce, che approva e sana di ferite e dispiaceri. Un sentimento che si augura ad ogni bambina che voglia imparare a prendersi cura di sé e degli altri, che si augura ad ogni donna che voglia diventare rispettosa e rispettabile.

La bambina diventa adulta, perde il suo adorato compagno di gioco e di vita ma non lascia che la morte permetta la fine di quel rapporto così naturale ed armonico. Fa un dono a sua figlia, lo stesso che lei ricevette. Un nuovo cagnolino per un nuovo inizio ed un nuovo percorso.

Le lacrime versate per la perdita ineluttabile recano così un vuoto doloroso nella storia fittizia come nella dimensione reale che non può colmarsi se non con il ricordo del piacere del bello assaporato ma che meravigliosamente riescono però a portare la protagonista a consegnare un dono del medesimo valore. L’amore non si arresta e rinasce perché la sua forza è assoluta.

Sapere cosa si prova ad avere un cagnolino e vederlo accanto, ricevere le sue attenzioni e dargliele altrettanto sono un regalo così fantastico che il privilegio più grande che si possa trasmettere e raccogliere è di farne trasmissione e questo è il messaggio più alto che l’umano con il suo vivere possa consegnare. Questa canzone e il suo video ci fanno perciò spettatori di un nobile sentire, di un dolce vivere, di un intenerimento dei nostri sensori che di gran lunga possono condurci a far del bene e contraccambiarlo. Donare è bello quanto ricevere. “Happier” ci fa davvero felici.