“Il sole alle finestre”, il nuovo singolo di Raffaele: “Il mio inno alla speranza”

22

raffaele

“Mi ricorda di sfruttare tutto quello che non va per diventare più forte, di non aver paura delle debolezze perché c’è sempre un giorno nuovo per ricominciare nel migliore dei modi. È un canto liberatorio”

Dal 7 maggio è disponibile in rotazione radiofonica “Il sole alle finestre” (Isola degli Artisti), brano di Raffaele già presente su tutte le piattaforme di streaming. Capita a chiunque di ritrovarsi in un punto di non ritorno. Proprio in quell’angolo, in quel momento in cui tutto sembra crollarci addosso, possiamo nasconderci nel buio lasciando che ci avvolga, oppure possiamo avere il coraggio di rialzarci, aspettando un giorno migliore: “Il sole alle finestre”, brano di Raffaele, è uno sfogo a cuore aperto, un testo sincero rafforzato dalle sonorità urban pop armonicamente vincenti e dalla voce brillante del suo autore. Una canzone che disegna uno squarcio di luce in quel vicolo cieco.

Raffaele ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Il sole alle finestre” è il tuo nuovo singolo, di che cosa si tratta?

“Il sole alle finestre” è il mio inno alla speranza, un pezzo molto importante per me. Nasce dalla necessità di raccontare un mio senso di inadeguatezza passato, dove mi è capitato di sentirmi smarrito nel mondo. Ho dovuto convincere tante persone intorno a me che è la musica ciò che più mi fa star bene e soprattutto che non è solo un hobby ma è ciò che vorrei fare nella vita. Il tempo e l’esperienza però, mi hanno insegnato che quando ti senti nel buio non devi mai assecondarlo ma devi trovare sempre la forza di continuare e cercare la luce anche quando non la si vede.

Cosa vuoi trasmettere con questo lavoro?

Vorrei trasmettere ai giovani come me di non smettere mai di sognare, di non porsi dei limiti ma dia andare avanti come dei treni per raggiungere ciò che si vuole. Bisogna imparare anche dalle critiche ma mai abbattersi e demolirsi, sorridete e andate avanti.

Come ti sei avvicinato al mondo della musica?

Sin da piccolo guardavo e “studiavo” su MTV i grandi miti della musica R&B ed ero particolarmente affascinato da quel mondo fatto di performance pazzesche, quindi sognavo un giorno di diventare come loro. La musica è un po’ il centro della mia vita, c’è sempre stata. Non sono mai bravo con le parole ma quando canto riesco pienamente ad esprimere ciò che voglio dire. Quindi in sostanza, la musica è il tramite tra il mio mondo e il mondo esterno.