Il talento di Ines Olshevska, pianista e compositrice ucraina

145

MILANO – Ucraina di famiglia russa, Ines Olshevska inizia a studiare il pianoforte ancora bambina, a 5 anni, da allora lo studio del suo strumento non l’abbandonerà più. Nel 1989 diventa “Maestro concertatore in pianoforte” presso l’Istituto Universitario Statale di Musica di Rivne (Ucraina) conseguendo la Laurea nel 1997. Riceve il Diploma di laurea in Maestro sostituto e Korrepetitor in pianoforte, presso l’Accademia Santa Cecilia di Roma conseguito con il massimo di voti e la lode. La sua carriera professionale ha inizio nel 2001 presso l’Università di Rivne (Ucraina) come Pianista Accompagnatore e, dopo il trasferimento in Italia, dal 2003 al 2014 prosegue presso la Compagnia di Balletto Classico Cosi-Stefanescu di Reggio Emilia. Dal 2019 ad oggi lavora come Maestro Pianista Accompagnatore presso la Fondazione Nazionale della Danza – Compagnia Aterballetto (Reggio Emilia).

Ha suonato come solista in diverse manifestazioni, tra le quali citiamo: “Concerto per la Pace“ (Cosenza 2001), “Concerto Soprano e pianoforte” (Reggio Emilia, 2008-2009), “Concerto Lettura e Conferenza” presso Officina Delle Arti (Reggio Emilia 2009), Concerto di Beneficenza “Seguendo la stella” (Reggio Emilia 2009), “Concerto per un Teatro da Salvare” Teatro Comunale (Reggiolo 2010), “Omaggio a Chopin” (Reggio Emilia 2010), Trasmissione Teletricolore “150° anniversario dell’Unità d’Italia” Teatro Valli (Reggio Emilia 2011), il Festival “Sofia Kyrkan” di Vasteras (Stoccolma – Svezia) nel quale si è esibita per cinque stagioni consecutive dal 2015 al 2019, “Cavalleria Rusticana” (Teatro Comunale Calderola – Macerata 2014), “Le Insidie dell’Inconscio”, una mostra monografica di Stefano Grasselli (Museo Diocesano, Mantova), il festival “Soli Deo Gloria” (Reggio Emilia, 2022) e “Diario d’Impressioni” da solista presso l’associazione “Postumia” a Gazoldo, nel quale ha suonato brani inediti. Partecipa alla finale del Tour Contest “Promuovi La Tua Musica” al Teatro Stabile con il suo inedito “Travel”.

Incide e pubblica nel giugno del 2014 un CD dal titolo “Musiche per Balletto Classico”, in collaborazione con il coreografo M° Marco Ferrini che contiene 40 brani, dei quali 20 sono stati composti da lei. Nel 2022 compone un album di 11 brani originali per pianoforte, “Diario di impressioni”, esibito al Museo Diocesano a Mantova. La sua sensibilità e la sua poliedricità artistica l’hanno portata alla creazione di brani originali. Il suo percorso creativo, pur partendo dalle solide basi del repertorio classico, si muove verso altri orizzonti, non disdegnando rapidi innesti di sonorità jazzistiche e l’esplosione di momenti improvvisativi coinvolgenti e appassionati. Il suo concerto, simile ad un poema sinfonico, pur basato sui momenti determinanti della sua vita personale, coglie diversi aspetti delle vibrazioni dell’animo umano creando inedite empatie con tutti gli spettatori.

Di lei hanno detto: «Ines ha dimostrato la sua tecnica formidabile, ha reso il senso di diversi stili musicali e attingendo al suo grande repertorio e, grazie al suo talento, ha saputo comunicare con diversi tipi di sensibilità», Arne Johansson (direttore artistico Sofia Kyrkan – Stoccolma); «L’artista porta con sé, nel suo personalissimo bagaglio culturale e morale, le sue note calde circoscritte e appassionate. Tutto questo le permette, oggi, di raccontare tramite la musica, la verità della vita, quella che per la pianista dell’Est è ‘’fare arte’’… infine la matura originalità, fatta di poderosi accordi con la sinistra e di rapide volate con la destra sulla tastiera, patrimonio di pianisti di tutto il mondo, ne fanno un artista di grande successo», Quotidiano Cetraro, Belvedere, Scalea e Costa Tirrenica; «di grande espressività l’esibizione di Ines, che ha travolto il pubblico con gli assolo, in particolare Libertango di Piazzolla, al di là delle sue spiccate doti di accompagnatrice», Quotidiano Reggio Emilia, il Resto del Carlino; «la sua sensibilità musicale e il suo tocco caratteristico trovano la loro maggiore espressione nei brani concertistici», M° Marco Ferrini (coreografo).

Qui di seguito ecco come la stessa artista si presenta:

“Sono Ines Olshevska, sono pianista e compositrice e sono vent’anni ormai che vivo in Italia. Sono nata in Ucraina e ho iniziato a suonare il pianoforte quando avevo 5 anni e non ho mai smesso. Lì ho ottenuto il diploma come Mo Concertatore in pianoforte e in Italia ho fatto il biennio al conservatorio Santa Cecilia a Roma, superato con la lode. La mia formazione è da pianista classica, ma quando ho iniziato a lavorare presso la compagnia “Cosi Stefanescu” a Reggio Emilia come Mo accompagnatore, ho iniziato a fare improvvisazioni per gli esercizi di balletto classico. Ho suonato come solista in numerosi eventi per tutta Italia, ma anche in Svezia (per 5 anni consecutivi), avendo la particolarità di improvvisare ogni bis alla fine dei concerti. Da 4 anni ho intrapreso seriamente un percorso di composizione, fino ad arrivare all’album di 12 brani che presento oggi: “Diary of Impressions”. E’ un vero e proprio diario musicale che raccoglie i momenti più intensi degli ultimi anni e li traduce in arte. Per me la musica è così, trasformare le emozioni più forti, le vibrazioni dell’animo, l’essenza dell’universo in note musicali. Grazie al contest “Promuovi La Tua Musica” sono entrata in finale con il brano “Travel”, che è stato appena trasmesso dalla Radio punto stereo con Roberta Valeriani. Attualmente sono alla ricerca di un produttore musicale per il lancio del mio album”.