L’esordio di Diego Conti con l’EP Evoluzione fa parlare di un nuovo talento

Diego Conti

L’artista romano Diego Conti (Sanremo Giovani 2019 ed ex concorrente di X Factor 10) sta avendo molto successo dopo la partecipazione a Sanremo Giovani e dopo la pubblicazione del suo primo progetto discografico, “Evoluzione“, per Thaurus Publishing, Rusty Records e Richveel. Lo abbiamo intervistato a L’Opinionista.

Bentrovato Diego. Come prima cosa complimenti perché sei innegabilmente un giovane talento ed una promessa della musica italiana. Dicci, come ti senti a neanche un mese dall’uscita del tuo primo EP “Evoluzione” per l’etichetta discografica Rusty Records, Thaurus Publishing e Richveel? Sognavi questo traguardo da tanto?

Assolutamente sì, questa opera è un sogno, l’inizio di un grande sogno. La desideravo da tantissimo e finalmente ho trovato la mia dimensione musicale e le cose che davvero voglio dire. Questo primo EP sotto l’etichetta discografica Rusty Records, Thaurus Publishing e Richveel è nato qualche mese fa in maniera molto naturale quasi come un miracolo dal lavoro fatto con il mio producer Mark Twayne con cui ho cantato, suonato e lavorato a tutta la sua produzione.

Evoluzione è il tuo EP d’esordio uscito il 18 dicembre 2018 e contiene sei tracce tutte scritte da te. 3 Gradi, Mal di testa, Evoluzione 3.0, L’Inferno, Clandestino, Buon Natale (feat Luca Mauceri). Sei un musicista ma anche un cantautore dunque. A quali tematiche ti ispiri nei testi dei tuoi inediti?

Le tematiche sono varie, accomunate da una espressività diretta e semplice e da uno spirito genuino apolitico di osservatore della vita, di colui che rivela i suoi momenti vissuti ed immaginati. Per questo posso affermare indubbiamente che “Clandestino” sia il manifesto dell’EP, il singolo dove questa scelte artistiche emergono chiaramente.

Parliamo del singolo “3 Gradi” con cui sei entrato nella rosa dei finalisti di Sanremo Giovani 2018. Nella canzone parli di un amore sbocciato. Quanto porti in ogni esibizione, il ricordo di quell’incontro? É interessante sapere Diego quanto tu riviva ogni volta cantandoli, i testi che hai scritto.

Essendo canzoni completamente autobiografiche, ogni volta che le canto cerco di immedesimarmi sempre in quel momento che ha fatto nascere il testo come ho fatto sul palco di Sanremo Giovani con “3 Gradi” che è un singolo nato proprio un anno fa a Sanremo durante la settimana del festival da un colpo di fulmine con una ragazza bellissima. Eravamo per strada e non abbiamo resistito minimamente, ci siamo innamorati ed il giorno dopo avevo una febbre incredibile e ho scritto “3 Gradi”.

Per la tua musica, hai coniato invece il neologismo “CROSS-POP”, con il produttore Mark Twayne di Richveel. Vuoi intendere un pop che si lascia attraversare e rivisitare con generei molteplici? Spiegaci.

Si tratta di un genere nuovo, “nostro” che come dice la parola stessa è un ibrido, un incrocio. Il “cross-pop” non è da vedersi semplicemente come un genere musicale ma come una visione di vita che considera la contaminazione e l’incontro con l’altro una grande fortuna di crescita ed una grande opportunità. Abbiamo tenuto molto con Mark a portare questi valori nella musica realizzando un genere che si lascia esattamente attraversare da tanti generi senza esserne però nessuno in particolare. Non è solo pop, rock, trap e musica classica ma è tutto insieme.

Classe 1995 ed hai già cavalcato palchi importantissimi, da X Factor 10 nel 2016 per la categoria di Arisa a Sanremo Giovani 2018. Come hai vissuto la tua prima esperienza mediatica ad X Factor 10?

X Factor 10 è stata la prima esperienza mediatica appunto e sicuramente molto formativa dal punto di vista umano. Lì mi sono esibito con delle cover che non sono prettamente il mio territorio migliore ma se oggi sono quello che sono lo devo anche a quella esperienza.

Ad appena un mese da Sanremo Giovani 2018, il singolo “3 Gradi” conta quasi 21.000 visualizzazioni su Youtube. Stai riscuotendo notevole successo e potrebbe essere quindi il momento giusto per presentarci il secondo singolo. Puoi svelarci in anteprima quando uscirà la tua prossima traccia e il suo video?

Non posso anticipare nulla ma solo rivelare che a brevissimo uscirà un vero e proprio inedito che sarà una canzone d’amore molto romantica.

Vuoi accennarci a qualche dettaglio in merito i tuoi progetti futuri?

In programma c’è di finire l’album vero e proprio in studio con Mark mentre per estate la priorità sarà quella di suonare il più possibile la mia musica in giro e di farla arrivare ovunque. Credo che il live sia la cosa più importante per portare le canzoni alla gente. C’è un bel cantiere in costruzione insomma a cui stiamo lavorando per i prossimi mesi.