“Malé”, il brano dal sapore esotico di Gabriella Contento [VIDEO]

malé gabriella contento

Il nuovo singolo della giovane cantautrice pubbliese prende il titolo dalla capitale dell’isola paradisiaca più famosa del mondo: il testo della canzone

Da oggi, giovedì 30 luglio online il nuovo singolo della giovane cantautrice Gabriella Contento. Il brano dal sapore esotico e sonorità Caribbean prende il titolo dalla capitale dell’isola paradisiaca più famosa del mondo. Un viaggio oltreoceano tra spiagge bianche e barriere coralline, tra pesci, palme e tramonti Maldiviani.

Una storia d’amore estiva, un ritmo scandito dalle percussioni registrate dal vivo che si intrecciano con le chitarre che riprendono i temi melodici caratteristici dell’exotic music. Immagini e sensazioni rimaste sulla pelle come il sale dell’immenso Oceano Indiano.

“Sono posti che ti rimangono dentro per sempre e ti lasciano delle sensazioni e delle emozioni addosso che è difficile spiegare a parole. Porti con te odori, sapori, persone, immagini, suoni che non trovi da nessun’altra parte. L’intento di questa mia canzone è proprio quello di far viaggiare con la mente attraverso ciò che ho vissuto sulla mia pelle, fino a raggiungere le Maldive”.

Produzione: Cosimo Cirillo
Label: Aurora Dischi
Distributor: Artist First

TESTO MALÉ – GABRIELLA CONTENTO

Ti racconto una storia
Di un posto lontano
Lontano da noi oltre l’oceano più blu
La memoria riempie
E le facce sorprende
Con pesci e coralli che fanno su e giù
Ti trovi scottata
da ciò che non era
Ti crei una barriera
Per la vita intera
E ti crei una barriera
per ciò che non era

Passando per l’Asia
Mi sono trovata
Trovata schiacciata
Tra il mare e Malé
La luna già piena
Mi bagna la schiena
E mi lascia qualcosa
Qualcosa di te
Qualcosa di te
Qualcosa di te

Chissà quanti sogni
Ci sono rimasti
Tra l’alba salmastra
E la scena di un film
Chissà se ricordi
Lì dove aspettavi
La notte scendesse
E portasse con sé
Quell’aria più calda
Che asciuga la faccia
Ed il sale ti lascia su tutte le braccia
E le lacrime in faccia

Passando per l’Asia
Mi sono trovata
Trovata schiacciata
Tra il mare e Malé
La luna già piena
Mi bagna la schiena
E mi lascia qualcosa
Qualcosa di te
Qualcosa di te
Qualcosa di te

Mi faccio un bel bagno
E mi asciugo di fretta
Sperando l’odore possa andar via
Di quel che è successo
Conservo soltanto
Conservo qualcosa
Che cosa non so

Passando per l’Asia
Mi sono trovata
Trovata schiacciata
Tra il mare e Malé
La luna già piena
Mi bagna la schiena
E mi lascia qualcosa
Qualcosa di te
Qualcosa di te
Qualcosa di te

Passando per l’Asia,
l’Europa e l’Italia
Mi sono trovata
Incastrata a Malé
Il cuore è rimasto
Lì sotto la sabbia
Tra le dita l’odore, l’odore di te
Tra le dire l’odore, l’odore di te
L’odore di te