Malign Fiesta (No Soul): nuovo singolo per The Niro

the niro gary lucas paolo soria

Il protagonista della scena indie-rock Davide Combusti torna con un nuovo singolo in collaborazione col chitarrista americano Gary Lucas

Un brano liberatorio, a detta dell’autore, dal ritmo coinvolgente ed energico. The Complete Jeff Buckley & Gary Lucas song book è l’album pubblicato da The Niro con Gary Lucas lo scorso ottobre per Esordisco. Malign Fiesta (No Soul) proviene originariamente dalla raccolta Songs to no one del 2002, proprio di Jeff Buckley e Gary Lucas. Quest’ultimo lo ha definito come “un pezzo hardcore-trash folkeggiante che resta uno dei preferiti dai fan di Jeff, per quanto riguarda il repertorio scritto con me”.

In effetti The Complete Jeff Buckley & Gary Lucas song book nasce proprio come una raccolta delle migliori canzoni mai scritte dai due autori: già a novembre noi de L’Opinionista ne avevamo parlato, includendo nell’articolo l’intervista a The Niro condotta dal nostro Piero Vittoria in occasione del concerto di The Niro al Babilonia di Pescara. Malign Fiesta è dunque un brano che rifrange l’eclettismo dei suoi interpreti tra sonorità punk e le sue tematiche a sfondo politico e sociale.

In particolare, il testo contiene delle dure invettive contro il razzismo; fenomeno tanto odioso quanto difficile da estirpare nella cultura della società occidentale. Di recente i fatti di Minneapolis rendono ancora più attuali le parole della canzone, che attacca quanti, forti della propria superiorità, opprimono il più debole.

Un testo esplicito, che non lascia spazio a mezze misure “Ieri hai fatto un tatuaggio con la svastica”, e ancora “Sei uguale a quei vecchi e grassi bastardi che odi / senza anima”. Con 4 album all’attivo e numerose aperture live per artisti come Deep Purple e Amy Winehouse, Davide Combusti è uno dei massimi esponenti della scena indie-rock in Italia.

Malign Fiesta (No Soul) è dal 29 maggio in rotazione radiofonica. Questa la line-up della band: Davide Combusti (lead vocals), Gary Lucas I(acoustic and electric guitars), Francesco Arpino (rhythm guitar, choir), Phil Spalding (bass), Puccio Panettieri (drums). Di seguito il testo della canzone.

TESTO DI MALIGN FIESTA (NO SOUL) – JEFF BUCKLEY & GARY LUCAS

You got your twenty-four Swastika tattoo yesterday
You got you messing with your hair when they cut your hippie hair away
You got your twenty-four Gold pierced earring in your nose
24 years and you still don’t know the way the wind blows

You got no

You know when you want
it ‘cause you run away in silence
You’re living in a zone and you want to wish away your parents
You got yourself a girl with the face and the voice of a whore
Three days down the line you can’t remember what you killed yourself for

You got no

You’re no soul rebel
if you rip on your skin
You’re no soul rebel
with your boot in your shin
You’re no soul rebel
it’s your own chance to fight
You’re just the same as those fat old bastards you hate
with no soul

You call yourself a rebel
but you call them
man a nigger
like they do
You call yourself a rebel
but you put your woman down like they do
You call yourself a rebel
but you don’t walk and piss like they do

You got no woman, no soul, no balls no heart So what you got a God to pray to
You got no
You’re no soul rebel if you spit on your sister
You’re no soul rebel with your boot on your shin
You’re no soul rebel it’s your last chance to fight
You’re just the same as those fat old bastards you hate
With no soul

You call yourself a rebel but you call that man a nigger like they do
You call yourself a rebel but you put your woman down like they do
You call yourself a rebel but you rape, scheme and lie like they do
You got no woman no soul no balls

So what you got a God to pray to
You got no you got no no soul

You’re no soul rebel if you spit on your sister
You’re no soul rebel with your boot on your shin
You’re no soul rebel it’s your last chance to fight
You’re just the same as those fat old bastards you hate
With no soul

TRADUZIONE DI MALIGN FIESTA (NO SOUL) – JEFF BUCKLEY & GARY LUCAS

Ieri hai fatto il tatuaggio con la svastica
Ti fai fregare i capelli quando ti tagliano via i capelli da hippie
Hai 24 orecchini d’oro nel naso
24 anni e ancora non sai come soffia il vento

Non hai

Lo sai quando vuoi
È la causa della fuga il silenzio
Vivi in un posto e desideri allontanare i tuoi genitori
Hai una ragazza con la faccia e la voce di una sgualdrina
Per tre giorni non riesci a ricordare per cosa ti sei ucciso

Non hai

Non sei un ribelle dell’anima
se ti strappi la pelle
Non sei un ribelle dell’anima
con lo stivale nello stinco
Non sei un ribelle dell’anima
È la tua occasione per combattere
Sei uguale a quei vecchi e grassi bastardi che odi
senza anima

Ti definisci un ribelle
ma tu li chiami
uomo un negro
come fanno loro
Ti definisci un ribelle
ma metti giù la tua donna come fanno loro
Ti definisci un ribelle
ma non cammini e non pisci come fanno loro

Non hai una donna, né un’anima, né palle, né un cuore
Non hai
Non sei un ribelle se sputi su tua sorella
Non sei un ribelle con lo stivale sullo stinco
È la tua ultima possibilità di combattere
Sei uguale a quei vecchi e grassi bastardi che odi
senza anima

Ti definisci un ribelle ma chiami quell’uomo negro come fanno loro
Ti definisci un ribelle ma sottometti la tua donna come fanno loro
Ti definisci un ribelle ma violenti, complotti e menti come fanno loro
Non hai una donna, né un’anima, né le palle

Quindi quello che hai è un Dio a cui pregare
Non hai un’anima

Non sei un ribelle se sputi su tua sorella
Non sei un ribelle con lo stivale sullo stinco
È la tua ultima possibilità di combattere
Sei uguale a quei vecchi e grassi bastardi che odi
senza anima

* Photo credit by Paolo Soriani