“Maradona y Pelé”, il video e il significato del brano

Il singolo dei Thegiornalisti ci fa ballare pur nella pioggia… Alla scoperta di una delle hit di questa estate 2019

Il video del brano “Maradona y Pelé” dei Thegiornalisti richiama esattamente il tema del singolo, o meglio quell’ambientazione di un ballo immaginato al chiuso di una pioggia tropicale, di una pioggia estiva di quei temporali che irrompono a destare dall’afa e dal caldo avvolgente.

La protagonista del clip è la giovane attrice italiana Benedetta Porcaroli nota per il ruolo di Baby nella serie tv Netflix e il film Perfetti sconosciuti che con Tommaso Paradiso e giocatori di carte e fuorilegge dal volto poco raccomandabili, si divide la scena all’interno di un locale in stile country ballando scatenata e a piedi scalzi.

Benedetta entra correndo su un pontile nella sala del saloon bagnata dalla pioggia battente. É estate ma piove a dirotto e si vedono solo le luci fioche annebbiate dall’acqua che si sciolgono poi nell’atmosfera aspra e tesa dei clienti che compaiono poco dopo l’ingresso.

Non c’è sorriso ma un ché di perdizione nel volto di lei, mentre Tommaso seduto al bancone, continua a bere drink senza scomporsi. Resta chinato e lei sulle note della canzone irrefrenabile si scatena ballando tutta la notte tornando ad incrociare lo sguardo di lui nelle piroette e saltelli che sfiorano anche qualche giocatore e i suonatori che trapelano da dietro con chitarre e cappelli sombreri.

Il testo è un mix di immaginazione fantastica con i miti batticuore come l’attore Robert De Niro, i calciatori Maradona e Pelè fusi con il ricordo fanciullesco della tigre del Mompracem. Il richiamo a Ibiza, all’ultimo cocktail, ai giovani “I ragazzi hanno finito la scuola, E c’è chi è già partito per il posto del cuore, Controvento e senza un filo di trucco, Le ragazze son belle, sono piene di vita” che si combinano con un ritmo che con la voce carezzevole e dolce di Tommaso prende il volo e spicca in alto incalzando fino a far scuotere le membra.

Non può non palesarsi quanto il lavoro musicale sia opera del sogno di mezza estate di un artista che ha voluto farlo proprio anche nel videoclip estraniandolo dalle citazioni purante solari e calzandolo invece in una dinamica di solitudine estiva interiorizzata.

Le canzoni anche le più focose e allegre, super gettonate e i tormentoni nascono pur da un’idea composita di schizzi e viaggi mentali che in via paradossale come qui si allontano dal fervore che trasmettono ma fanno parte di quel disegno che l’arte è. La musica è arte, arte di voci e suoni con desideri, ricordi, ferite e sogni che allietano, avvolgono, recano nostalgia, fanno ballare e danzare e nei cantanti e cantautori emerge completo il retroscena che in “Maradona y Pelè” immerge in una stanza di tattiche e distacco, sguardi, gesti e balli sfrenati.

Poi a concludere la nottata, una spiaggia, una luce quasi assente e un panorama sereno con Tommaso che se ne va davanti Benedetta in sella al suo cavallo marrone. ll video è stato diretto dagli YouNuts! (Antonio Usbergo e Niccolò Celaia) e prodotto da Antonio Giampaolo per Maestro Production.