Maura Latini, ospite nel podcast della Michielin “Maschiacci”

64

maschiacci

Dopo aver debuttato al secondo posto tra i Podcast di tendenza di Spotify e al terzo posto nella classifica Apple Podcast, MaschiacciPer cosa lottano le donne oggi?, è tornata lo scorso 18 marzo con un nuovo ospite, Maura Latini, Amministratrice Delegata di COOP Italia. Vulcanica e piena di passioni, è stata una delle prime donne a ricoprire un incarico così importante e ad esercitarlo in maniera etica, con un occhio di riguardo alla sostenibilità. Un nuovo incontro inedito per il podcast ideato e condotto da Francesca Michielin, disponibile a cadenza quindicinale sulle principali piattaforme di streaming e podcast, inaugurato dalla chiacchierata con Matilda De Angelis, una delle giovani artiste più in vista del momento e proseguito con la sex columnist e attivista Carlotta Vagnoli.

Link podcast: https://lnk.to/maschiacci03

In questa nuova puntata a colpire Francesca è stata la determinazione di Maura Latini che, con ambizione e intraprendenza, ha saputo dare un’importante svolta alla sua vita, dimostrando che i sogni possono e devono diventare realtà. Dopo aver iniziato a lavorare come cassiera, alla ricerca dell’indipendenza che ogni adolescente desidera, si è accorta di essere in una fase di stallo. Con fermezza e forza d’animo è riuscita a mettere a fuoco i suoi obiettivi, diventando negli anni ‘90 una delle prime donne a ricoprire un ruolo di comando nel settore della grande distribuzione. Il suo sogno è quello di migliorare il futuro delle persone, lanciando messaggi positivi come quello della sostenibilità: “non sono vegetariana, perché per esserlo bisogna studiare e prepararsi” – afferma l’AD – “ma credo nel consumo equilibrato degli alimenti e penso che gli animali da reddito debbano essere allevati nel rispetto delle loro caratteristiche ecologiche. Sto lavorando a questo e vi assicuro che si può fare!”.

L’intento della chiacchierata è quello di interrogarsi sui temi centrali della sfera femminile, come la diversità di genere e le quote rosa. Maura racconta di quanto questi stereotipi possano essere uno stimolo sul posto di lavoro, e di come spesso provi a spiegarlo con ironia agli uomini che si stupiscono di trovare una donna al posto di comando. “Il concetto di quote rosa mi fa arrabbiare” – aggiunge poi, trovando piena approvazione da parte della cantautrice – “La politica dovrebbe dare l’esempio e cedere il posto alle donne meritevoli, creando modelli positivi per le giovani che hanno bisogno di credere nelle proprie oggettive capacità. È anche vero che, quando questo non avviene, le quote rosa possono rappresentare una spinta gentile, un aiuto per attivare il cambiamento”.

Attraverso giochi e momenti di leggerezza, con la consapevolezza che la strada per la parità di genere sia ancora lunga e scoscesa, Francesca si interroga su come si possa insegnare ai giovani che i sogni devono realizzarsi: “Bisogna dargli fiducia e lasciarli liberi di scegliere” – risponde Maura – “Essere autonomi nelle decisioni è la chiave per credere in se stessi”.

Alla fine di ogni puntata di Maschiacci, Francesca chiede alla propria ospite per cosa non vorrebbe più lottare. “Per difendere i diritti delle persone” – risponde Maura – “che siano donne o uomini. Dobbiamo crederci e fare del nostro meglio perché diventino certezza”.