Esce “NBR”, il nuovo singolo del duo femminile Glitch Project: l’intervista

128

glitch project

“Con “NBR” abbiamo voluto spingerci oltre nella sperimentazione del suono è stata una grande sfida cercare di restituire la sensazione di tensione per come l’avevamo in testa, ci abbiamo lavorato veramente tanto”

Il 14 gennaio è uscito “NBR”, il nuovo singolo del duo femminile Glitch Project su etichetta Meat Beat e distribuito da Artist First. È possibile scavare nel passato senza abbandonarsi totalmente ai ricordi per trovare risposta nelle esperienze? Attraverso un sound più intenso ed energico rispetto ai precedenti lavori questo è ciò che viene affrontato in “NBR” (Never been real), un brano che evidenzia lo stato di tensione dello stare in equilibrio tra passato e presente.

Le Glitch Project ci hanno gentilmente concesso un’intervista.

“NBR” è il vostro nuovo singolo, di che cosa si tratta?

NBR è uno dei primi brani che abbiamo scritto. Per molto tempo l’abbiamo lasciato da parte, perché in qualche modo sentivamo che non fosse ancora maturo. Abbiamo lavorato molto sul sound fino ad arrivare a quello che oggi potete ascoltare. Abbiamo dedicato molto più tempo a questo brano, perché ci ha dato modo di spaziare attraverso le nostre influenze e attraverso un nuovo modo di comporre. Questo aspetto si evince soprattutto dalla parte strumentale, più “piena” rispetto ai nostri vecchi singoli che hanno un suono più minimal.

Cosa volete trasmettere con questo brano?

Il significato di NBR è molto astratto. Già dal testo, pieno di metafore, abbiamo voluto lasciare all’ascoltatore carta bianca riguardo al significato. La definiremmo una canzone dicotomica, nel senso che viaggia tra due estremi: la paranoia, da una parte, e la comprensione di se stessi, dall’altra.

Che tipo di aspettative avete in merito a questa vostra nuova uscita?

Per noi ogni singolo è un mattone per costruire sempre qualcosa di più grande e per arrivare a più persone possibile. Speriamo che anche con NBR sia così.

Dopo “NBR”, seguirà un disco?

Abbiamo molti progetti per il futuro. Stiamo lavorando in studio da tanto, con il nostro produttore Raffele “Neda” D’Anello, e non vediamo l’ora di far sentire il nostro prodotto finale. Nei nostri programmi ci sono sicuramente i live sia in Italia che all’estero.