Nel “Mediterraneo” di Jovanotti suona il Salento del Canzoniere Grecanico Salentino

23
Mauro Durante con Jovanotti (foto di Maikid)

LECCE – Ci sono anche Mauro Durante e il Canzoniere Grecanico Salentino tra gli ospiti di “Mediterraneo”, il nuovo progetto discografico di Jovanotti, disponibile dal 1° aprile sulle piattaforme streaming e negli store digitali. Otto nuove canzoni (più il primo singolo “I love you baby” e un remix), che arrivano a tre mesi dal debutto del Jova Beach Party 2022.

Proprio il brano che dà il titolo all’Ep si chiude con l’emozionante pizzica del Canzoniere Grecanico Salentino, miglior gruppo di world music al mondo ai Songlines Music Awards 2018, composto da Alessia Tondo (voce, percussioni), Giulio Bianco (zampogna, armonica, flauti e fiati popolari, basso), Silvia Perrone (danza), Massimiliano Morabito (organetto), Emanuele Licci (voce, chitarra, bouzouki), Giancarlo Paglialunga (voce, tamburrieddhu), Francesco Aiello (fonico) e guidato da Mauro Durante (voce, tamburi a cornice, violino).

Durante, che ha ereditato la leadership nel 2007 dal padre Daniele, suona anche il violino in Everest, e firma i tamburi in Corpo a corpo (con la partecipazione di Enzo Avitabile, anche nella versione “Mix Galvanizzato”) e Ricordati di vivere. “Mediterraneo” è un nuovo capitolo della collaborazione tra il gruppo salentino e il cantautore. Nel 2013, infatti, Jovanotti aveva ospitato Mauro Durante in una jam session al South by Southwest di Austin, negli Stati Uniti, mentre nel 2019 aveva fortemente voluto il Canzoniere Grecanico Salentino nella line up del Jova Beach Party.

“Siamo emozionati e felici per questa collaborazione. La title track è davvero un inno per il Mediterraneo dei nostri giorni”: racconta Mauro Durante. “Ero entusiasta quando Lorenzo mi ha chiamato per registrare in alcuni brani del suo nuovo disco, accanto a un’altra leggenda come il produttore statunitense Rick Rubin. Quando poi ci è venuta l’idea di creare una coda del brano, una pizzica con lui e il Canzoniere tutto, siamo impazziti”: “È stato esaltante – continua – aggiungere con Francesco (il fonico del CGS), le voci di Alessia, Giancarlo ed Emanuele (oltre ai loro tamburi e bouzouki), l’organetto di Massimiliano e la zampogna di Giulio. Sempre con la danza di Silvia nel cuore, in attesa di eseguire il pezzo tutti insieme durante il Jova Beach Party”.