Nino Buonocore: è uscito ‘Meglio Così’, il nuovo Digital 45

NAPOLI – Da ieri, 6 novembre, è disponibile su tutte le piattaforme il Digital 45 di Nino Buonocore dal titolo ‘Meglio Così’. Il lato A contiene il nuovo inedito ‘Meglio Così’ ed il lato B la versione acoustic Jazz della celebre ‘Rosanna’. I brani anticipano il suo nuovo disco che sarà pubblicato a Gennaio 2021 e in cui Buonocore rivisita il suo storico repertorio in chiave jazz. “Meglio Così. È l’affermazione delle verità sulle insicurezze che a volte possono minare una relazione. Un tema già oggetto di vari approfondimenti nelle mie canzoni, teso a sottolineare la costante ricerca di quell’atteggiamento costruttivo che deve animare sempre l’amore vero”, dice Nino.

Nino Buonocore, grande artista che ha scritto pagine importanti della musica leggera italiana dagli anni ’80 in poi, rivisita dunque il suo repertorio in chiave jazz. Questo nuovo progetto è stato registrato il 27 Febbraio 2020 a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica. Primo “disco live” in 40 anni di carriera ripercorrendo tutta la sua produzione in una chiave, il Jazz, che in qualche modo ha sempre caratterizzato un po’ le sue composizioni fin dall’incontro con Chet Baker, icona jazzistica di fama mondiale chiamata a collaborare nella realizzazione di Una Città Tra Le Mani album del 1988.

Uno stile davvero unico in una registrazione live tutta d’un fiato per un lavoro che condensa tutto il suo bagaglio di esperienze maturate con grandi musicisti provenienti da ogni genere musicale. Brani di repertorio quali Scrivimi, Rosanna (Sanremo 1987) e Abitudini solo per citarne alcuni, ormai divenuti classici della musica italiana, vengono riarrangiati e impreziositi dalle improvvisazioni solistiche e dalle divagazioni più libere del jazz. La band è formata da Nino Buonocore voce e chitarra, Antonio Fresa pianoforte, Antonio De Luise contrabbasso, Amedeo Ariano batteria, Flavio Boltro tromba, Max Ionata sax.

Nino Buonocore, autore produttore e arrangiatore, ha contribuito tra le altre cose alla realizzazione del primo album degli Avion Travel. Rimangono fondamentali per la sua continua evoluzione artistica le collaborazioni con i musicisti dell’area Steelydaniana quali Bernard Pretty Purdie, Anthony Jackson, Chuck Rainey ed altri come Tony Levin, Paulinho Da Costa e Gregg Bissonette. Da queste session in studio nasceranno ‘Sabato, Domenica E Lunedì’ del 1990 e ‘La Naturale Incertezza Del Vivere’ del 1992. Realizzerà in seguito ‘Libero Passeggero’ nel 2004 e ‘Segnali Di Umana Presenza’ nel 2013.