Paola Iezzi torna con un nuovo singolo: “Ridi”

MILANO – Paola Iezzi torna con un nuovo singolo: “Ridi”, contenuto in un Ep dall’omonimo titolo, uscito il 12 ottobre su tutte le piattaforme digitali e in tutte le radio, un brano pop tout court, con una matrice electro dance, piuttosto minimale e un ritmo incalzante che si sviluppa in maniera quasi sinfonica.

L’Ep, in vendita per il mercato digitale, contiene anche la versione spagnola del brano dal titolo “Rìes” e, a sorpresa,una versione “chitarra e voce” di un brano molto famoso del duo Paola&Chiara: “Amoremidai”.

“Ridi” è scritto e prodotto insieme al collaboratore di sempre Michele Monestiroli (a.k.a. Cat Paradox), produttore, autore e polistrumentista con cui l’artista aveva già prodotto e co-prodotto in passato diversi celebri album di Paola&Chiara (“Festival” fra i più famosi) e quasi tutti i propri progetti da solista. Compreso l’ultimo album di canzoni di Natale pubblicato dall’artista, uscito lo scorso dicembre e in testa alle classifiche di iTunes.

Il testo, scritto dalla stessa cantautrice milanese, al contrario di ciò che il titolo può far presagire, è piuttosto amaro. E’ un brano che racconta un momento di totale incomprensione e di completa incomunicabilità tra due persone, in cui uno dei due soggetti agisce divertito “contro” l’altro in maniera quasi sadica, forse nella totale inconsapevolezza di star ferendo a morte la persona che ha di fronte.

Quest’ultima presa dallo sgomento, dopo un momento di totale smarrimento, nel quale resta totalmente inerme e senza forze, non può fare altro, poi, che prendere atto della situazione e cercare di elaborare quanto accade, per rimettersi in piedi quanto prima e non perdersi così nel “gioco spietato della vita”. Cerca così la propria “rinascita” auto spronandosi, parlando al proprio “io” più profondo.

Il ritmo incalzante e le armonie aperte del ritornello giocano quasi un contrasto con l’amarezza e la malinconia del testo e delle strofe, ma trovano un dialogo profondo e convergono insieme in un finale “corale” dove “tutte le luci si accendono” in un meraviglioso crescendo e dove tutti gli strumenti suonano come in un concerto di musica sinfonica. E dove l’anima, finalmente liberata, si eleva ad un livello superiore.

A proposito della versione chitarra e voce di “Amoremidai”, Paola dice: “Avevo una gran voglia di ricantare questo brano. L’ho sempre amato come amo tutto il nostro repertorio. Non sono canzoni, ma pezzi di cuore. La cosa bella delle canzoni è che non finiscono. I progetti possono terminare ed è anche giusto che sia così. Tutti i progetti hanno un tempo, una scadenza. Ma le canzoni no. Soprattutto quando sono belle, non finiscono mai”.

Una curiosità: l’Ep è mixato da Andrea Suriani, il “sound engineer” di Cosmo, del quale lavoro Paola Iezzi è una grande estimatrice. Il brano è accompagnato da un video molto suggestivo girato quest’estate a Los Angeles dal regista e fotografo di moda Paolo Santambrogio.