“Qualcuno che ti vuole bene” è il nuovo singolo di Giulia Pratelli

42

giulia pratelli con chitarra

“Ho scritto questa canzone con la chitarra in spalla, tra i viaggi in treno e i divani o letti di amici disposti a ospitarmi. Sentirsi sempre a casa non è facile ma improvvisamente lo diventa, di fronte all’amicizia e a piccoli e grandi gesti d’affetto”

Dal 3 dicembre è disponibile in rotazione radiofonica “Qualcuno che ti vuole bene” (Blackcandy Produzioni), nuovo singolo di Giulia Pratelli presente su tutte le piattaforme di streaming a partire dal 22 novembre. Il brano, che vede il featuring del cantautore Bianco, anticipa il nuovo album della giovane artista che è stato prodotto interamente da ZIBBA e sarà pubblicato a gennaio 2022. “Qualcuno che ti vuole bene”, ultima release di Giulia Pratelli, è un brano scritto in viaggio, in uno di quei momenti in cui si cerca casa propria in ciò che si ha intorno e la si trova in piccole soluzioni quotidiane, minuscole attenzioni o distrazioni: proprio come quando ci si addormenta sulle spalle di qualcuno che ci vuole bene.

Giulia Pratelli ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Qualcuno che ti vuole bene” è il tuo nuovo singolo, di che cosa si tratta?

E’ un brano che racconta la possibilità (e la bellezza) del sentirsi a casa anche quando ci si trova lontano, magari semplicemente lasciandosi andare e appoggiando la testa sulla spalla di qualcuno che ci vuole bene.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Mi piacerebbe potesse servire, anche in minima parte, a ringraziare tutte le persone che in questi anni di musica hanno fatto qualcosa di importante per me, anche senza accorgersene: gesti a volte piccoli ma sempre importanti, dall’avermi offerto un caffé all’avermi ospitata per una notte e via dicendo.

Com’è avvenuto l’incontro musicale con Bianco?

Bianco è un cantautore che stimo tantissimo, lo seguo da anni e ho pensato spesso che mi sarebbe piaciuto collaborare con lui. Siamo entrati in contatto grazie a Zibba, che ha prodotto il brano (e l’intero disco di cui fa parte) e lui ha accettato di scrivere una parte del pezzo e cantarlo con me. Ne sono stata davvero felice e penso che il suo intervento abbia aggiunto alla canzone qualcosa di prezioso.

Più volte hai attirato l’attenzione di grandi artisti, cosa ha rappresentato questa cosa per te?

Ha significato tantissimo: provo un grande senso di gratitudine nei confronti di chi mi ha accolta sul suo palco, nella sua trasmissione, o ha pensato di condividere con me un brano che aveva scritto. Sono sempre state occasioni importanti per imparare qualcosa in più da grandi professionisti, una scuola incredibile… mi sento molto fortunata ad aver avuto la possibilità di “frequentarla”.