“Quelli come me”: video, significato e testo della nuova canzone dei Modà

modà quelli come me

Il videoclip del primo singolo appartenente al nuovo album “Testa o croce” in uscita il 4 ottobre. Dal mese di dicembre la band sarà in tour

Manca sempre meno al ritorno discografico dei Modà! Il 4 ottobre, infatti, uscirà “Testa o croce”, il nuovo album di inediti della band, a distanza di quattro anni dal disco precedente. Da venerdì 30 agosto, “Testa o croce”, prodotto da Friends & Partners – licenza Believe, è disponibile in pre-order nei principali store online (https://backl.ink/24466891) con instant gratification il primo singolo “Quel sorriso in volto” (il cui video ha già raggiunto in due mesi 4 milioni e mezzo di visualizzazioni) e il nuovo singolo “Quelli come me”, in radio.

«“Quelli come me” nasce nei bar di Milano, di notte – racconta Kekko Silvestre – Non so se è capitato anche a voi di riuscire a confessare a qualche sconosciuto le vostre paure nascoste… a me capita spesso, al punto di chiedermi come mai, di certe cose, non riesco a parlarne nemmeno con gli amici più intimi. In questo viaggio notturno mi sono ritrovato a confidarmi con molte persone e il risultato è stato che non siamo poi così diversi tra noi… quelli come me sono tanti».

Con questo brano, Kekko scava a fondo nell’essere umano per raccontare la solitudine. Il video, online da oggi, è ispirato al film “The Place” del regista Paolo Genovese, che fa un cameo nel corto.

«Il video è ispirato al bellissimo film di Paolo Genovese “The Place”, al quale sono molto legato – aggiunge Kekko Silvestre – Un film che mi ha colpito il cuore. Quando ho finito di scrivere il pezzo mi sono rivisto in quei bar, di notte…ricordo ancora tutte le facce delle persone con cui ho parlato…Chissà se anche loro si ricordano di me».

TESTO DELLA CANZONE

Quelli come me li trovi dentro i bar anche da soli nel cuore della notte,
con lo sguardo perso come fosse un film dove c’è un tizio di cui non si sa niente.
Se non li conosci e vuoi parlarci un po’, può succedere anche di sentirli raccontare cose che non hanno mai confessato neanche a loro stessi.
Se stan zitti parlano con gli occhi.

Quelli come me li vedi andare via quando il rumore intorno è troppo forte.
Fanno sempre il pieno di malinconia e dell’inferno sai chi se ne fotte!
Quelli come me ti amo pure se ci conosciamo solo da un istante.
Quelli come me non mi cercare più no non si vive solo di promesse.

Quelli come me soffrono un po’ di più per via del loro cuore di cristallo,
usano la pelle per sentire se chi han di fronte ha il dono di capirlo.
Piangono di notte e non lo saprai mai, ti diranno sempre tutto apposto,
e hanno sempre un sogno nel cassetto…

Quelli come me li vedi andare via quando il rumore intorno è troppo forte.
Fanno sempre il pieno di malinconia e dell’inferno sai chi se ne fotte!
Quelli come me ti amo pure se ci conosciamo solo da un istante.
Quelli come me non mi cercare più no non si vive solo di promesse.

Quelli come me ti amo pure se ci conosciamo solo da un istante.
Quelli come me non mi cercare più no non si vive solo di promesse.