Rigenerare la pelle dopo l’estate: alcuni consigli da Lamazuna

20

rigenerazione pelle

In estate, il sole ci ha dato energia e buone vibrazioni! La nostra pelle è diventata piacevolmente abbronzata. Lamazuna, specializzata in cosmetici solidi e accessori sostenibili con obiettivo zero sprechi, offre consigli su come purificare cura la propria pelle e nutrirla in profondità.

Prodotti 100% di origine naturale, realizzati a mano in Francia, non possono mancare nella beauty routine per nutrire di nuovo la pelle dopo le giornate di sole estive. Per la cura del viso, dopo le vacanze estive, Lamazuna consiglia due prodotti utili per una pulizia profonda ma senza sprechi.

Il primo è uno struccante solido, certificato biologico COSMOS Organic, rimuove il trucco più ostinato prendendosi cura delle zone sensibili come ciglia e palpebre. Dopo le folli serate estive la pelle sarà pulita, lenita e nutrita.

Questo innovativo struccante di Lamazuna regala l’opportunità di utilizzare una quantità inferiore di panni o dischetti per la rimozione del trucco. Il prodotto in tinta unita ha una pratica forma semisferica ed è perfetto per rimuovere il trucco sia dal viso che dagli occhi. Inoltre contiene burro di karité, jojoba e olio di vinaccioli che nutrono pelle e ciglia.

Il secondo prodotto è il detergente viso al pompelmo, ideale per purificare a fondo la pelle ed eliminare il sebo in eccesso.

Grazie alla sua formulazione zero waste senza acqua, questo detergente per viso compatto ha proprietà purificanti profondamente efficaci. Idrata la pelle e le dona una carnagione più uniforme e luminosa, si può utilizzare sia alla mattina ma anche per la skincare della sera.

Infine, come terzo prodotto per nutrire a fondo la pelle, Lamazuna propone il burro di cacao solido. Il burro è rosa, con note di iris e Tonka che regalano un profumo divino. Consigliamo di scaldarlo, per qualche secondo, sulla parte interessata, il burro diventerà morbido e si spalmerà facilmente, come una crema.

Una volta nacque Lamazuna….

Tutto ebbe inizio con l’idea di sostituire i dischetti di cotone usa e getta con salviette in microfilma riutilizzabili. Questa semplice idea ma geniale è stata lanciata da Laëtitia Van de Walle che nel 2010 ha fondato Lamazuna, a soli 24 anni. Era un momento in cui lo zero waste era ancora qualcosa di vago e poche persone si interessavano a ridurre rifiuti tanto meno in bagno. Ai consumatori l’idea è piaciuta moltissimo, l’offerta dei prodotti è cresciuta e ora include prodotti per una casa zero waste, cosmetici solidi, una gamma di abbigliamento ecologico e socialmente responsabile.