Rolling Stones, in uscita il live “Bridges To Buenos Aires”

LONDRA – “Bridges To Buenos Aires” è stato annunciato oggi dai Rolling Stones. Sarà pubblicato l’8 novembre.

L’inedito concerto tratto dal tour ‘Bridges To Babylon’ è stato completamente restaurato, remixato e rimasterizzato. ‘Bridges To Buenos Aires’ sarà disponibile in DVD, Bluray, Box DVD+2CD, Box Bluray+2CD, triplo Vinile “translucent blue” stampato in Tiratura Limitata e in triplo Vinile nero, oltre che nei formati digitali.

‘Bridges to Buneos Aires’ cattura lo show integrale del 5 Aprile 1998, ultima data delle cinque della band al River Plate Stadium nella capitale argentina. In quell’occasione il leggendario Bob Dylan si è unito alla band per una indimenticabile versione di “Like a Rolling Stone”.

Sin dall’esplosiva apertura con “Satisfaction”, è evidente quanto band e pubblico fossero carichi. I fan, schiacciati come sardine al River Plate Stadium, hanno accolto gli Stones all’unisono come se fossero fratelli che non si vedevano da tempo.

La band ha presentato uno show di due ore di pura e animalesca euforia rock. I brani dell’allora nuovo album ‘Bridges To Babylon’ hanno trovato la loro naturale collocazione nella scaletta che includeva alcuni degli inni più famosi della storia del rock ‘n’ roll. “Flip The Switch”, “Saint Of Me” e “Thief In The Night” si affiancano alla cupa “Gimme Shelter”, ad una versione con le chitarre acustica (Jagger) e slide (Wood) di ‘Sister Morphine’ e ad un’intera schiera di brani da cantare a squarciagola.

Poi all’improvviso, senza presentazioni, Dylan. La band aveva suonato l’intera scaletta per la folla adorante del River Plate, ma voce di Bob Dylan sulle note di ‘Like a Rolling Stone’ di certo ha aggiunto ancora più calore a uno show che stava diventando già sempre più intenso. Il pezzo era già stato inserito nell’album live ‘Stripped’ del 1995.

I Rolling Stones hanno sempre preferito attraversare i ponti, piuttosto che bruciarli. Nel momento in cui hanno detto «Buenas noches» a Buenos Aires quella sera nel 1998, stavano lasciando all’America Latina una lettera d’amore da tenere ben custodita. Il video di questo concerto è stato meticolosamente restaurato dai nastri originali e l’audio è stato remixato e rimasterizzato dalle registrazioni multitraccia.