“Se fosse noi”, il singolo di òVERA e Paolo Benvegnù

40

overo

“Eccoci pronti a questa nuova uscita che vede la presenza di Paolo Benvegnù, siamo inoltre davvero felici di suggellare il tutto con un videoclip che consideriamo un piccolo film”

Venerdì 18 febbraio è uscito “Se fosse noi”, il singolo nato dalla collaborazione tra la band toscana òVERA e Paolo Benvegnù. Il brano, contenuto nell’album “Dettagli”, è caratterizzato da un incipit in fade-in di chitarra, inserti bandistici di fiati e cori che accompagnano il testo: una storia d’amore che, pur non concretizzata nella realtà, si apre alla fantasia di come potrebbe essere stata.

La band ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Se fosse noi” è il vostro nuovo singolo, di che cosa si tratta?

É il secondo frutto della collaborazione con Paolo Benvegnù (l’altro è il singolo “Polvere”) e fa parte dell’album “Dettagli”, uscito in ottobre dello scorso anno e del quale andiamo molto fieri.

Cosa volete trasmettere con questo brano?

Non so se si può dire che abbiamo voluto trasmettere qualcosa, a meno che non si parli del nostro modo di fare musica. Spiegare quello che c’è dietro ad una composizione musicale o di un testo è sempre più difficile che produrli. Possiamo dire che in questo brano c’è molto delle infinite storie d’amore, intese nel senso più generale del termine, che sarebbero potute andare diversamente e che, molto spesso, lasciano aperto, se non qualche rimpianto, almeno il sogno di un epilogo differente.

Com’è avvenuto l’incontro musicale con Paolo Benvegnù?

Nell’estate del 2020 Siamo andati a vedere un concerto di Paolo, che riteniamo affine al nostro modo di pensare la musica, e gli abbiamo lasciato il nostro disco (“E io dov’ero”), più come un regalo che con qualche reale speranza di essere riconosciuti. Qualche tempo dopo abbiamo ricevuto una bellissima mail nella quale, tra le altre belle cose, ci dava la sua disponibilità ad una collaborazione. A proposito di questo, voglio approfittare dell’occasione per ringraziarlo pubblicamente per la splendida persona che si è dimostrata in ogni occasione.

Come nasce la vostra band?

Gli òvera nascono quasi 40 anni fa, quando un gruppo di amici adolescenti decide di mettere su un gruppo e di suonare il rock. Da allora di cose ne sono successe un bel po’ (come l’arrivo di Paolo Ferro come voce ed autore dei testi) e le influenze musicali, gli ascolti, l’esperienza e le vicende umane di ognuno hanno contribuito a modificare lo stile del gruppo rendendolo più aderente all’immagine di ogni membro della band. Il risultato è una certa libertà dall’ossessiva ricerca della popolarità e la tranquillità nel non seguire ad ogni costo la moda. Ormai siamo vecchi!