Un senso di malinconia e carica insieme in “Scooter”, il brano di Holy 420

32

holy420

“Scooter è un brano che porta dietro di sé una storia vissuta sulla mia pelle. Un brutto incidente nell’agosto del 2016, il giorno prima di San Lorenzo”

Da venerdì 30 aprile è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali “Scooter”, il nuovo singolo di Holy 420. Scooter è adrenalina, malinconia, giorni felici spezzati in mezzo secondo, quel breve ma lunghissimo lasso di tempo che basta per cambiare la sorte di una normale giornata da sedicenne spensierato. Scooter sono io, sono i miei amici, è respirare aria diversa.

Holy 420 ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Scooter” è il tuo nuovo singolo, di che cosa si tratta?

“Scooter” nasce dall’idea di voler rappresentare una situazione accaduta nel 2016, un brutto incidente dovuto ad una piccola distrazione che ha cambiato drasticamente il mio modo di pensare e di vivere le giornate.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Con questo brano voglio trasmettere un senso di malinconia e carica insieme Voglio dire a tutti di godersi le piccole cose che portano alla felicità, tornare a casa e dire alle persone care che gli vuoi bene, perchè da un momento all’altro potresti non esserci più.

Che tipo di accoglienza ti aspetti?

Mi aspetto che l’ascoltatore entri dentro questo viaggio, anche solo con la testa se non ha mai vissuto sulla sua pelle un’esperienza del genere.

Come nasce il tuo progetto musicale?

Il progetto nasce da una mia idea, il fatto di averne parlato in una canzone 5 anni dopo l’accaduto forse è segno che questo trauma sono riuscito a superarlo e sono pronto a trasmettere tutte le emozioni positive e negative che ha portato in me.