“Stray Bop”, il nuovo album dei Bardamù: trackilist [VIDEO]

bardamù in brooklyn

Venerdì 18 ottobre esce sulle piattaforme streaming e in digital download “Stray Bop” (distribuzione digitale Egea Music), il nuovo album del duo jazz-hip hop Bardamù formato dai fratelli Ginaski Wop e Alfonso Tramontana. É possibile pre-ordinare l’edizione in vinile sulle pagine Facebook e Instagram dei Bardamù o scrivendo una mail all’indirizzo officinefarandula@gmail.com .

“Stray Bop” è un album manifesto di un genere di loro invenzione e chiamato, appunto, “stray bop”, ispirato al movimento artistico-sociale del BeBop anni ’40 e ad uno stile di vita “stray”, randagio e girovago, che attinge direttamente dalla cultura di strada.“Stray Bop” è vintage ma contemporaneo, ed è jazz ma anche hip hop e vede la partecipazione di ospiti di spicco del panorama jazz e hip hop a livello internazionale.

Questa la tracklist del disco: “Stray Bop” (ft. K.Sparks, DjOoO Child & Marianne Solivan), “Space” (ft. Latasha), “Crossing” (ft Tormento), “Intermezzo” (ft. Michael Imperioli), “Nardis” (live), “And we will dance the love” (ft. Marianne Solivan), “Think of me” (ft. K.Sparks), “Ciudadano del mundo” (ft.Arturo O’ Farrill, Rolà, Orishas, tata Guine & Changuito), “Oban”, “Roll the dice”.

È attualmente in radio e disponibile sulle piattaforme streaming e in digita download,il singolo omonimo dell’album “Stray Bop”, di cui è online anche il video. Le immagini raccontano di una ragazza qualunque che passeggia per le vie della città, ascoltando musica e “vivendo il suo momento”.

I BARDAMÙ sono due fratelli, Ginaski Wop (batteria, percussioni, sampler, voce) e Alfonso Tramontana (pianoforte, tastiere, sintetizzatore e voce). Da circa vent’anni sono “cittadini del mondo” e creano la loro musica facendosi influenzare da ogni luogo nel quale vivono. Dal 2000 hanno vissuto prima a Cuba, poi a Barcellona e Madrid. Oggi si dividono tra l’Italia, Roma in particolare, e gli Stati Uniti, dove sono un duo apprezzatissimo nei jazz club più importanti di Manhattan. Insieme scrivono musica e testi di tutti i loro brani e li producono e registrano nel loro studio mobile per le vie della città.