Top brani e tendenze musicali del 2022 secondo Apple Music

33

2022 finora top brani tendenze

Apple Music ha lanciato l’attività editoriale di metà anno con una playlist dedicata, che evidenzia le 5 tendenze che continueranno a plasmare il panorama musicale nei prossimi mesi

Nello spazio di 2022 Finora: Top Brani e Tendenze su Apple Music si possono esplorare le tendenze e scoprire la playlist con i brani più ascoltati del 2022 fino ad ora, insieme a una selezione di quelli che hanno il potenziale per finire sulle classifiche di fine anno di Apple Music.

Il nuovo pop incrocia lo sguardo interiore

Un trend sempre più evidente è che le generazioni più giovani del pop abbiamo sonorità sorprendentemente “adulte”. “Feel like shit” di Tate McRae, “In the Stars” di Benson Boone, o “Flowers” di Lauren Spencer-Smith: sono ballate introspettive e sincere che probabilmente avrebbero potuto essere scritte 30 anni fa, e sono amate da più generazioni distanti fra loro. Forse è l’eredità di Taylor Swift, la cui musica ha sempre avuto una patina adulto-contemporanea, o forse questi artisti amano la malinconia musicale. In qualunque caso la loro arte affronta emozioni e sentimenti a testa alta, ed è sicuramente bello da vedere.

Il ritorno del sampling in stile Bad Boy

Ciò che ha reso i Bad Boy Records degli anni ‘90 così distintivi, amati e memorabili è stato il modo in cui riuscivano prendere una canzone molto familiare per trasformarla in qualcosa di nuovo: “Every Breath You Take” dei Police, “I’ll Be Missing You,” per Diddy e Faith Evans’ e “I’m Coming Out” di Diana Ross con “Mo Money Mo Problems”, e così via. Il sampling dei suoni più amati sta facendo il suo ritorno attraverso canzoni come “About Damn Time” di Lizzo (che campiona “World’s Famous Supreme Team” con “Hey! D.J.”), di Jack Harlow “First Class” (“Glamour” di Fergie e Ludacris), e “Big Energy” di Latto (che fa riferimento al grande classico di Mariah Carey del 1995 “Fantasy”, che a sua volta prende in prestito il riff dalla canzone del 1981 di Tom Tom Club “Genius of Love”). Potrebbe essere solo nostalgia, ma potrebbe anche essere una contro-reazione all’enorme progresso creativo del rap negli ultimi dieci anni: l’ascesa della trap di Atlanta, emo rap, Drake, Tyler, Young Thug, Kendrick Lamar.

L’ascesa di afrobeats, alté e amapiano

La presenza internazionale del pop africano ha influenzato la musica almeno dalla fine degli anni ’60, con il successo R&B di “Pata Pata” di Miriam Makeba. La globalizzazione dell’hip-hop e l’impollinazione incrociata del pop mondiale attraverso brani come “One Dance” di Drake e Wizkid, hanno dato ancora più visibilità agli artisti africani, sia in collaborazione con musicisti occidentali (pensate a”One Woman” di Adekunle Gold & Ty Dolla $Ign’s e Fireboy DML & Ed Sheeran con “Peru”) o da soli (pensate “Free Mind” di Tems e “Kwaku the Traveller” di Black Sherif). E sicuramente è un trend da tenere d’occhio, anche grazie alla creazione da parte di Billboard di una chart dedicata agli Afrobeats.

L’attesa rivincita della drum’n’bass

Il ritorno più inaspettato, ma decisamente apprezzato, dei trend anni ’90 di oggi, è quello del drum’n’bass. Si può notare in brani come PinkPantheress (“Break It Off”), Piri & Tommy Villiers (“soft spot”) e Yaz (“Mr Valentine”) degli artisti emergenti di TIkTok, i cui ritmi sognanti incontrano il breakbeat. É evidente anche l’occhiolino dei produttori come Chase & Status e Nia Archives, al classico drum ‘n’bass, che ha portato al ritorno dello stile in nuova luce per gli appassionati di musica dance underground, ma non solo… tracce come il quick-tempo di Ed Sheeran “Shivers” o la reinterpretazione D’n’B di Luude di “Down Under” dei Men At Work (con lo stesso Colin Hay) suggeriscono che questo riferimento al drum’n’bass potrebbe anche funzionare nel mainstream.

L’inarrestabile espansione globale del K-pop

É un dato di fatto che i BTS siano oggi il maggior gruppo pop a livello globale. Il loro successo è tuttavia alla base di un interesse più ampio nei confronti del K-pop e di una crescente consapevolezza riguardo alle voci che continuano a guidarne l’ascesa, da formazioni affermate come le Balckpink (che, nel 2019, sono diventate il primo gruppo K-pop femminile a suonare al Coachella) e NCT Dream (incarnazione teen del collettivo NCT che ha cambiato impronta nel 2020, allo scoccare della maggiore età dei componenti) a nuovi nomi come LE SSERAFIM (che si sono presentate in grande stile con “FEARLESS”) e il gruppo Apple Music Up Next aespa (“Illusion”), un gruppo composto da membri reali e dalle loro controparti virtuali. Non pensate a questo trend come un passaggio di torcia, ma più come un ampliamento del campo musicale. Forse alla fine lasceranno cadere la K e lo chiameranno così com’è: pop.

Riflettori puntati su alcuni dei brani più di successo del 2022:

Future, “WAIT FOR U (feat. Drake e Tems)”

“I Never Liked You”, nono album in studio di Future, è stato un blockbuster su Apple Music, battendo il record per il più alto numero di stream del primo giorno al mondo per un album pubblicato nel 2022. Inoltre, con “Wait for u”, Future ha raggiunto il suo più grande successo nella Global Daily Top 100 . Dal suo rilascio, è sceso dal primo posto solo quattro volte.

Harry Styles, “As It Was”

Negli oltre due anni trascorsi da “Fine Line”, sembra che Harry Styles si stia muovendo verso un livello di celebrità ancora più grande, e l’arrivo di “As It Was” ha dimostrato che ci è riuscito! La canzone è arrivata al primo posto della Global Daily Top 100, prefigurando che “Harry’s House” sarebbe stato il suo più grande album. Al momento della sua uscita, “As It Was” ha battuto due record mondiali: Il brano con più stream nel primo giorno per una canzone rilasciata in Audio Spaziale e il brano con più stream nel primo giorno per una canzone pubblicata nel 2022. Il brano ha trascorso una settimana sempre al primo posto della Global Daily Top 100, e poi in cima alla classifica di nuovo quando è uscito l’album “Harry’s House”. Da allora non è più scesa dalle prime tre posizioni!

Jack Harlow, “First Class”

“First Class” è la superstar dello streaming del 2022, seguendo la linea dei revival dei sound degli anni ‘00; la canzone infatti campiona la hit del 2007 di Fergie “Glamorous”ed è stato il primo brano di Harlow a finire in prima posizione nella Global Daily Top 100, e rimanendoci per 21 giorni consecutivi. Nei due mesi successivi all’uscita di “First Class”, in cui è uscito anche l’album “Come Home the Kids Miss You”, gli stream di Jack Harlow su Apple Music in tutto il mondo sono quasi quadruplicati. “First Class” detiene ancora il record per il maggior numero di stream nel primo giorno di uscita in tutto il mondo per una canzone hip-hop pubblicata nel 2022.

Glass Animals, “Heat Waves”

Ad un anno dal suo rapida salita alla top 40 della Daily Top 100 di Apple Music, “Heat Waves” continua ad avere un grande successo. Nonostante il boom per i Glass Animals sia arrivato solo all’inizio del 2022, ha raggiunto il suo picco diventando un pilastro nella top 10 della Global Daily Top 100. Gli stream di “Heat Waves” hanno aiutato i Glass Animals a far crescere i loro stream del 330% negli ultimi 18 mesi, rispetto ai precedenti 18 mesi.

Bad Bunny, “Titi Me Pregunto”

“Un Verano Sin Ti”, il quinto album in studio di Bad Bunny ha battuto due record al suo debutto, segnando la storia della musica latina su Apple Music. “Titi Me Pregunto” è diventata, nel corso del tempo, la fan-favourite, mentre “Moscow Mule” ha battuto il record per i più alti stream nel primo giorno per una canzone latina. L’album ha poi fatto il suo debutto nella top five della Global Daily Top 100 alla fine maggio, ed è in gran parte rimasta lì da allora.

Gayle, “abcdefu”

“abdcdefu” è stato uno dei brani più virali della prima metà del 2022, nonché il debutto dell’artista pop-rock GAYLE. La canzone ha iniziato a salire nelle classifiche Apple Music alla fine del 2021, ma già nel gennaio 2022 era nella top five della Global Daily Top 100. La viralità della hit ha regalato a Gayle un aumento del 500% negli stream complessivi nell’ultimo anno.