Una sconvolgente estate, il giallo firmato Laila Cresta

Una sconvolgente estate, il giallo firmato Laila Cresta

Oggi vi porterò nelle fitte trame di un giallo intrigante, appassionante, che vi terrà incollati alla lettura pagina dopo pagina fino a giungere all’inaspettato finale.

È di recentissima pubblicazione il nuovo libro di Laila Cresta, autrice contemporanea molto produttiva ed eclettica poiché spazia dalle pubblicazioni didattiche alle storie fantasy ai gialli, come Una sconvolgente estate, con un’incredibile capacità di adattare il suo stile ai diversi generi entro i quali si muove.

libro crestaEducatrice elementare per quarant’anni sceglie, dopo aver lasciato l’insegnamento, di dedicarsi completamente al mestiere di scrittrice e pubblica moltissimi libri in pochi anni con grande riscontro di pubblico e tra gli addetti ai lavori. I personaggi principali dell’avvincente giallo di cui vi racconterò oggi, sono Cesco e la sua affascinante sorella Caterina, già protagonisti di un’altra avventura, quella de La risacca: simile a una foglia morta, di cui la nuova pubblicazione costituisce un secondo episodio. I due fratelli, molto uniti e legati dall’amore per la cultura e la letteratura, sono invitati a trascorrere l’estate presso un’isoletta delle Cicladi, di proprietà del nonno di Pippo Breda, ex compagno di università di Cesco. Villavecchia, questo il nome dell’isola, sembra essere dal lato più pianeggiante un’esatta riproduzione di un villaggio ligure, con le casette basse e colorate, ma dall’altro a picco sul mare, dove troneggia la grande villa di proprietà dei Breda, assume un aspetto inquietante soprattutto a causa del ripido dirupo roccioso che rende quel lato della casa particolarmente pericoloso.

Dopo essersi ambientati nei sontuosi interni della magione, nettamente in contrasto con gli esterni degni invece di una casa infestata, Cesco e Caterina incontrano Pippo grazie al quale vengono ben presto a scoprire i segreti e i misteri che avvolgono quella strana villa. L’atmosfera sinistra è accentuata dalla leggenda di un fantasma che si aggira di notte nell’attico della casa, piangendo e suonando l’arpa. L’atmosfera da brivido non fa altro che alimentare la curiosità e lo spirito d’avventura dei due fratelli ma anche del loro amico che mostra subito un debole per la seducente Caterina. Il ritmo del romanzo diventa più incalzante dal momento in cui il padre di Pippo, terzo componente di una microsocietà completamente al maschile – nonno, figlio e nipote – viene trovato ucciso, non già dall’oppio di cui faceva uso abituale, bensì da un potente colpo al volto che ne causa appunto la tragica morte. Il mistero si infittisce e i sospetti si allargano a tutti i personaggi che ruotano attorno a quella particolare famiglia, maggiordomi, giardinieri, cuochi, mentre su tutti incombe la minaccia di un assassino che sembra non voler risparmiare nessuno, neanche gli inconsapevoli ospiti della villa.

mare di notte

Cesco e Caterina divengono investigatori a supporto dell’amico e si muovono all’interno di una vicenda che li porta tra Genova e Villavecchia, sospesi tra passato e presente mentre gli eventi precipitano sempre di più. Laila Cresta è molto abile nel tratteggiare i caratteri dei suoi personaggi, nel dare risalto alle caratteristiche dei protagonisti che sembrano quasi invertiti nei ruoli: forte, determinata, coraggiosa e senza inibizioni Caterina, timido, riservato, riflessivo, quasi più femminile Cesco, che non manca però di trasformarsi in valido scudiero non appena la sorella ha bisogno di protezione. Le pagine del libro sembrano inghiottire il lettore portandolo per mano dentro i segreti della famiglia Breda, segreti che generano maggiori misteri, illazioni e supposizioni spingendolo ad andare avidamente avanti per non perdere il ritmo dell’appassionante giallo. Colpi di scena, rivelazioni e sconcertanti verità nascoste sono gli elementi distintivi di un romanzo che appassiona fino alla fine, senza mai cadere di ritmo narrativo, senza mai lasciare spazio alla staticità e che ha come splendida cornice l’azzurro del mare delle Cicladi, palcoscenico naturale affascinante di un luogo incantato quanto inquietante, magico quanto stregato. Un giallo imperdibile, da divorare tutto d’un fiato e che lascerà al lettore il gusto di essere stato condotto in un’avventura di cui farà fatica a dimenticare le vicende così come i protagonisti.

laila cresta durante una premiazione

Dal 2017 Laila Cresta ha pubblicato romanzi gialli, saggi sull’educazione e sulla poesia, sillogi poetiche che hanno ricevuto prestigiosi premi; il suo saggio sulla grammatica italiana, La grammatica fondamentale, di cui vi parlerò in una delle prossime puntate di questa rubrica, è stato un best seller. Ha curato sette edizioni del Concorso Internazionale di Poesia Occidentale e Haiku, che si svolge ogni anno a Genova, occupandosi anche della pubblicazione dell’Antologia Critica.

UNA SCONVOLGENTE ESTATE

Casa Editrice Antipodes
Anno 2018
Pagine 204
Prezzo € 14,00
Link per acquisto: http://www.antipodes.it/prodotti/scheda-prodotto.asp?id=182

LAILA CRESTA-CONTATTI
Sito web: www.stanzaerato.com
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/lailacresta/