Federica Pento racconta il suo terzo singolo “Treno a colori”

Treno a coloriFederica Pento, artista dalle origini abruzzesi, racconta il suo ultimo lavoro, il brano dal titolo “Treno a colori”

Federica Pento presenta il suo terzo singolo dal titolo “Treno a colori”. L’artista, abruzzese d’origine, è nota in Italia e all’Estero per aver vinto molti Concorsi. Internazionale di Canto a Chieti. Internazionale di Canto nello Yerevan in Armenia. XIX Festival Internazionale di Canto in Croazia. Finalista Nazionale Il Cantagiro 2016. Finalista Alex Baroni. Premio Katia Ricciarelli come miglior Interprete 2016.

Il 25 Maggio 2017 il Videoclip di “Lunincanto”, suo primo inedito, viene inserito in un DVD degli “Aerosmith”. Da Gennaio 2017 ad oggi è andata in onda su oltre 900 Canali Televisivi Internazionali. Oltre 50 Interviste Radiofoniche in FM in Italia e anche all’Estero (Belgio, USA, Canada). Il 12 Agosto ha visto la sua partecipazione al Tavo Rock Festival, condividendo il palco con Maurizio Solieri (storico chitarrista di Vasco Rossi).

Hanno parlato di lei rotocalchi giornalistici nazionali. Il suo nome è uscito oltre 1.000.000 volte su carta stampata in tutte le edicole d’Italia. È stata inoltre intervistata da noti blog ed autorevoli siti del settore musicale (oltre 200 interviste rilasciate).

Federica, parlaci del tuo ultimo lavoro: “Treno a Colori”

“Potremmo riassumere tutto il contenuto di Treno a Colori in una frase. La magia dell’infanzia è nello stupore di uno sguardo vergine che si apre sul mondo. Con Treno a Colori spalanchiamo gli occhi e osserviamo il mondo attraverso uno sguardo nuovo, puro, ingenuo di un bambino. Siamo seduti su un treno in viaggio e veniamo rapiti da tutta la bellezza intorno a noi. Notiamo, apprezziamo, respiriamo i colori, le differenze, le sfumature. E purtroppo, anche tutte le contraddizioni di questo mondo.

Percorrendo i passi della nostra esistenza attraversiamo momenti bui, tristi. Veniamo sconvolti dalla violenza, dalle brutture, dalle ingiustizie di questo tempo. In tale contesto il Treno, (come una guida), il vero luogo di conoscenza di sé, avverte il nostro malessere. Si impone come un adulto intervenendo a protezione del nostro Io-Bambino. Accelera la sua corsa trasportandoci verso l’unico Universo possibile che possa farci apprezzare nuovamente le cose belle, vere e pure di questo mondo. Quello dell’Illusione, della Fantasia!.

D’altra parte un Bambino che sia stato privato della capacità di sognare è destinato inevitabilmente a diventare un adulto spiritualmente e affettivamente povero. Una persona incapace di stupirsi, di gioire e di entusiasmarsi per le piccole grandi cose della vita di ogni giorno”.

Chi ha partecipato alla realizzazione del tuo terzo singolo?

“Il brano è stato scritto e arrangiato da Gianluca Sole. Registrato e Mixato presso gli FDS Recording di Fabio Torregrossa a Roma. Con la partecipazione straordinaria al Violino di Giulia Di Tomasso.

Il Videoclip porta la firma del Regista Stefano Cesaroni. Con la partecipazione di Azzurra Sole (Bambina), Danilo D’Ortona (Chitarra), Massimo Polidori (Batteria) e Stefano Bassani (seconda Chitarra) dei Lonesome Heroes. Make up di Simona Ruggeri ed Aylar Violet. La canzone è in distribuzione e promozione con la SPC Sound di Silvio Pacicca & Gianluca Sole Management”.