Fedez: “Farò concerti per 200 persone perché voglio aiutare concretamente i lavoratori della musica”

MILANO – In questi mesi si è tanto parlato dei concerti che sono saltati questa estate e della filiera della musica in ginocchio, a causa del contraccolpi economici, in seguito alla pandemia. La voglia di tornare sul palco con una serie di live, c’è. E, in questo senso, Fedez ha deciso di scendere in campo in prima persona.

“Appena sarà possibile ne farò, ma per 100-200 persone (il dpcm prevede infatti che per eventi al chiuso ci siano al massimo 200 persone, mille per luoghi all’aperto, ndr) – ha spiegato il rapper – Non solo perché tempo che il tempo delle adunate sia lontano ancora, ma anche perché voglio aiutare concretamente i lavoratori della musica disoccupati: elettricisti, operai, tecnici. Quando tornerò sul palco sarà per loro. Lo streaming è una buona alternativa ma appunto non fa lavorare queste persone”.