Vasco Rossi tra i protagonisti del concertone del primo maggio

Vasco Rossi

Il concertone del primo maggio si sposta in TV e verrà trasmesso su RAI 3, grandi ospiti tra cui Vasco Rossi e Zucchero.

ROMA – Vasco Rossi sarà uno dei grandi protagonisti (insieme ad artisti del calibro di Zucchero, Gianna Nannini) del concertone del primo maggio. L’evento  si sposta dalla piazza San Giovanni di Roma alla prima serata televisiva di RAI 3 e in contemporanea su RAI Radio2. Collegamenti dall’Auditorium Parco della Musica a Roma, dalla Terrazza Martini e dal Museo del 900 di Milano, da piazza Maggiore a Bologna: la musica torna nei teatri e per strada dopo tanti collegamenti degli artisti dalle camerette in questi giorni di lockdown.

Ci saranno anche Edoardo e Eugenio Bennato, Ermal Meta, Fabrizio Moro, Francesco Gabbani, Le Vibrazioni, Alex Britti, Lo Stato Sociale, Irene Grandi, Francesca Michielin. Tra gli altri, si esibiranno anche gli emergenti Fulminacci e Leo Gassmann. A questa edizione straordinaria del Primo Maggio 2020, cui i sindacati confederali hanno voluto dare il titolo “Il lavoro in Sicurezza: per Costruire il Futuro”, parteciperanno anche l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, Niccolò Fabi, Noemi, Paola Turci, Bugo e Nicola Savino, Rocco Papaleo e Tosca, Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Dardust, Fasma, Margherita Vicario.

L’evento sarà condotto in diretta TV dal Teatro Delle Vittorie a Roma. Ema Stokholma e Gino Castaldo condurranno la versione radiofonica dagli studi di via Asiago di Rai Radio2. L’evento, promosso come sempre da CGIL, CISL e UIL, sarà prodotto da Rai3 e da iCompany con la direzione artistica di Massimo Bonelli, il quale ha dichiarato: “Nell’immaginare il cast di questa insolita versione TV del Concertone, ho pensato ad artisti che, con le loro melodie e i loro testi, potessero accarezzare il nostro immaginario collettivo, facendoci cantare tutti assieme dalle nostre case in un momento in cui c’è bisogno tanto della giusta sobrietà, quanto di una concreta speranza per il futuro che ci aspetta”.