Classifica musica italiana Settembre 2020, top 10 hits del mese

luciano ligabue

Ligabue in vetta con “La ragazza dei tuoi sogni”, poi Tiziano Ferro con “Rimmel”. Chiudono il podio i Tiromancino con “Finché ti va”

MILANO – Con la stagione calda che volge lentamente al termine continuiamo a svagarci – nonostante l’emergenza coronavirus – grazie alla top 10 della musica italiana targata L’Opinionista, che anche a settembre ci propone nuovi successi. In prima posizione troviamo Ligabue con “La ragazza dei tuoi sogni”, nuovo singolo del rocker di Correggio. Al secondo posto c’è Tiziano Ferro con la cover di “Rimmel”, vecchio successo di Francesco De Gregori. E sull’ultimo gradino del podio arrivano i Tiromancino con “Finché ti va”.

CLASSIFICHE SETTEMBRE 2020: Internazionale – Salsa cubana – Salsa classica – Bachata – Kizomba

CLASSIFICA TOP 10 SETTEMBRE 2020 – MUSICA ITALIANA

  1. Ligabue – La ragazza dei tuoi sogni
  2. Tiziano Ferro – Rimmel
  3. Tiromancino – Finché ti va
  4. Fedez – Bimbi per strada
  5. Piero Pelù – Pugili Fragili
  6. Fiorella Mannoia – Chissà da dove arriva una canzone
  7. Modà – Cuore di cemento
  8. Tommaso Paradiso – Ricordami
  9. Mika e Michele Bravi – Bella d’estate
  10. Boomdabash e Alessandra Amoroso – Karaoke

La classifica prosegue al 4° posto con Fedez in “Bimbi per strada”, rilettura della hit di Robert Miles “Children”. Quinta posizione sotto il segno del rock con Piero Pelù che interpreta “Pugili fragili”. Al sesto posto si cambia ambito spostandosi sulla canzone d’autore: ecco Fiorella Mannoia con il suo ultimo singolo “Chissà da dove arriva una canzone”.

Al settimo posto segue un’altra novità musicale, quella dei Modà con “Cuore di cemento”. Spazio anche a Tommaso Paradiso che, all’ottavo posto, ci propone “Ricordami”. In nona posizione un’altra cover: Mika e Michele Bravi, infatti, omaggiano Mango in “Bella d’Estate”. Chiude la chart “Karaoke”, secondo duetto tra i Boombadbash e Alessandra Amoroso dopo il successo di “Mambo salentino”: il brano è stato indubbiamente il tormentone dell’estate che ci apprestiamo a lasciarci alle spalle.