Canzoni italiane 2018 del momento: classifica top 20

Sul podio tra le canzoni italiane più amate del 2018 troviamo Ermal Meta con Fabrizio Moro, il duetto Pausini – Antonacci e Vasco Rossi

MILANO – Il 2018 che si è appena concluso è stato un anno molto variegato, musicalmente parlando, per quanto riguarda le produzioni italiane. Abbiamo voluto riassumere, in questo articolo, le migliori 10 canzoni tra tutte quelle che da gennaio a dicembre abbiamo lanciato nella nostra speciale classifica delle canzoni del momento, rubrica che si è andata a sommare alle classifiche mensili dedicate a musica internazionale, salsa e bachata. Una selezione non facile, dove abbiamo provato a raccogliere brani di più generi possibili e appartenenti a varie fasce di età. A maggior ragione è stato più complicato stilare una hit parade delle 10 canzoni più belle del 2018. Ci abbiamo provato lo stesso: eccola qui di seguito.

CANZONI DEL MOMENTO 2018: STRANIEREKIZOMBA

1. Ermal Meta e Fabrizio Moro – “Non mi avete fatto niente”

Hanno sbancato l’Ariston Ermal Meta & Fabrizio Moro, per la prima volta insieme, con il brano “Non mi avete fatto niente”, scritto dai due cantautori insieme ad Andrea Febo. Una vittoria meritata, la loro, per una canzone che è un inno alla vita, un urlo che si leva da un’umanità colpita ma che nei momenti più complessi e drammatici rinasce facendosi spazio verso il futuro, con il sorriso di un bambino. Meta e Moro, in questo 2018 appena concluso, hanno sicuramente consolidato il proprio successo. I progetti discografici che contenevano il brano sanremese erano “Non Abbiamo Armi” (Mescal), il nuovo album di Ermal Meta, e “Parole Rumori E Anni” (Sony Music), un best di Fabrizio Moro con 13 suoi grandi successi, riarrangiati e rimasterizzati, più due inediti. I due artisti hanno tenuto due concerti-evento in importanti location: Ermal Meta il 28 aprile al Mediolanum Forum di Assago (MI) e Fabrizio Moro il 16 giugno allo Stadio Olimpico di Roma. Poi sono partiti per i loro rispettivi tour estivi, che hanno ottenuto un buon numero di presenze da parte del pubblico. Tutto sommato è andata bene anche la loro partecipazione all’Eurovision Song Contest.

2. Laura Pausini e Biagio Antonacci – “Il coraggio di andare”

Laura Pausini e Biagio Antonacci, due icone della musica pop che già avevano collaborato in passato, hanno spiazzato tutti proponendo un po’ a sorpresa un duetto inedito sulle note del brano “Il coraggio di andare”, che lancia il loro tour congiunto negli stadi in programma durante l’estate 2019. Il singolo è stato scritto da Tony Maiello (testo firmato a quattro mani con la stessa Pausini, musica di Maiello, Salvati, Pamosi, Rettani) ed è contenuto in “Fatti sentire ancora”, la special edition uscita il 7 dicembre dell’ultimo disco di Laura Pausini “Fatti sentire”, grazie al quale l’artista ha trionfato ai Latin Grammy Awards nella categoria “Best Traditional Pop Vocal Album”, prima cantante italiana a vincere questo Premio, unica cantante italiana ad aver collezionato nella sua carriera 4 Latin Grammy Awards e 1 Grammy americano. Un brano delicato ma che parla di forza. Racconta il coraggio di ripartire da zero, nonostante le paure e le difficoltà e racchiude il profondo significato che dà il titolo all’album “Fatti sentire”.

3. Vasco Rossi – “La verità”

“La verità è la televisione”. Cinque parole che rappresentato un passaggio molto importante del nuovo singolo di Vasco Rossi, tornato così sulle scene discografiche proprio alla fine del 2018. Si intitola “La Verità” la nuova canzone del rocker di Zocca: una provocazione già nel titolo per la nuova canzone, tre coloratissimi minuti e mezzo di metafore esagerate, realtà forzata, mai così calzanti al clima di totale confusione e di isteria di questi tempi. Grande osservatore della società e dei suoi cambiamenti, il suo sguardo è disincantato e fortemente ironico/feroce. Il linguaggio del provok-autore è se vogliamo teatrale, c’è da scommettere che in concerto pungerà. Il nuovo singolo potrebbe rappresentare la prima pietra per il diciottesimo album di inediti ma, in questo momento, le attenzioni di Vasco sono focalizzate sul tour 2019.

4. Giorgia – “Le tasche piene di sassi”

Nel 2018 Giorgia è tornato con un disco di cover intitolato “Pop Heart”, uscito a due anni da “Oronero”, e ha lanciato come primo – suggestivo – singolo “Le tasche piene di sassi”, brano originariamente inciso da Jovanotti. Molto interessante la rilettura che la cantante romana ha fatto di questo pezzo del 2011. L’album “Pop Heart” è dedicato a tutti gli amanti della musica, è un’occasione speciale per scoprire ancora una volta una raccolta delle più grandi canzoni di sempre, reinterpretate in chiave personale dalla meravigliosa voce di Giorgia e riarrangiate da Michele Canova. Giorgia ha iniziato la sua carriera proprio cantando live i brani di altri celebri interpreti, e oggi ha deciso di raccogliere le cover in un album. Il cuore della cover di “Pop Heart” è un’opera di Marco Bettini con il lavoro grafico dello studio BJF. Ispirandosi ai grandi maestri della Pop-Art, l’artista reinterpreta il cuore, simbolo protagonista assoluto del progetto, in chiave ironica e contemporanea.

5. Lo Stato Sociale – “Una vita in vacanza”

Il vero tormentone di Sanremo è senza dubbio loro: con “Una Vita in Vacanza”, che gli è valso il secondo posto nella classifica finale, Lo Stato Sociale ha raccolto lo “scettro” di Francesco Gabbani e, grazie anche alla presenza sul palco della “vecchia che balla”, si è confermato uno dei brani più ascoltati in radio nelle ultime settimane. “Una vita in vacanza” è un’arguta riflessione sul mondo del lavoro di oggi, in cui si mette in discussione la tendenza sempre più diffusa a identificare completamente l’individuo con la sua professione. È il racconto epico dello scontro fra il lavoro e la sua nemesi di sempre: la vacanza. Attraverso un elenco di professioni improbabili, il collettivo vuole spingere il pubblico a interrogarsi sui perché della nostra ricerca di definizione attraverso le scelte professionali. Il gruppo bolognese ricorderà il 2018 come l’anno in cui è uscito (almeno temporaneamente) dalla scena underground per affacciarsi su quella mainstream.

6. Marco Mengoni – “Voglio”

Il nuovo singolo di Marco Mengoni è stato pubblicato a ottobre scorso come primo estratto dal nuovo album ed è stato scritto dallo stesso Mengoni insieme ad Andrea Bonomo e Gianluigi Fazio. Si crea una fantasia di eventi che non hanno significato di reale ma di immaginario, di surreale piano a filo del pensiero dove tutto si muove e gioca. Un tripudio di idee, di voleri che si mischiano, si intersecano, si mescolano e dipingono un’esplosione goliardica di coriandoli appesi a note e suoni. Un pizzico di pura e vergine follia attraversa tutta la canzone ed il videoclip girato in un capannone abbandonato che anch’esso in linea con il testo esalta arte, inventiva, una forte non convenzionale creatività e mostra un energico Marco che balla con il corpo alle spalle, poi sopra un tavolo opaco di legno, che si cambia di abito passando dal ragazzo in maglietta e pantalone all’artista in giacca e camicia. “Voglio” si lancia nella sfida di presentare un Mengoni più dinamico e smussato nei suoi toni nostalgici e romantici.

7. Maneskin – “Torna a casa”

Si intitola “Torna a casa” l’ulimo singolo dei Maneskin, che in pochissimo tempo ha ottenuto milioni di visualizzazioni su Youtube. Non si tratta della solita scontata storia d’amore. Il brano racconta lo sfogo di un uomo per la separazione non dalla sua donna in sé, ma da colei che è la sua musa ispiratrice. Il finale è lieto perchè quest’ultima ascolterà la sua preghiera e ritornerà da lui. Protagonista del pezzo (e suo autentico tormentone) è Marlena, figura già presente nel precedente “Morirò da re”, che la band rivelazione della scorsa edizione di X-Factor descrive come “la Venere del gruppo, la personificazione della nostra libertà, creatività, vita”. Ciò che i Maneskin ci vogliono dire con la loro ballata intensa è che se non si seguono le proprie inclinazioni, la propria indole e quella che si pensa possa essere la propria strada, se si fa andare via Marlena e si opta per la tranquillità e per la zona di comfort, si rischia di vivere una vita imperfetta, avvolti da un freddo interiore, con la “paura di sparire”, cioè di essere un nessuno.

8. Rovazzi – “Faccio quello che voglio”

Continuano i riscontri positivi per “Faccio quello che voglio” di Fabio Rovazzi, eclettico comunicatore, scrittore e attore, che vanta persino una collaborazione in tv con il celebre programma di Italia 1 “Le Iene”. Il singolo che Rovazzi ha pubblicato nel 2018 è un featuring con tre grandi della musica italiana (Al Bano, Emma e Nek) e si lega a un videoclip con dieci guest star del mondo dello spettacolo tutte da scoprire. Il cantante e youtuber milanese non sbaglia un colpo e, dopo “Andiamo a comandare”, “Tutto molto interessante” e “Volare” (in duetto con Gianni Morandi), ha messo a segno un altro grande successo, passatissimo in tutte le radio. Il suo 2018 si è concluso con la conduzione delle selezioni di Sanremo Giovani, in coppia con Pippo Baudo: Fabio, neanche a dirlo, è stato promosso a pieni voti anche come presentatore.

9. Takagi & Ketra ft. Giusy Ferreri – “Amore e Capoeira”

Amore e Capoeira” è stata senza dubbio la hit dell’estate 2018. I produttori multiplatino Takagi & Ketra feat Giusy Ferreri e Sean Kingston hanno già conquistato il disco d’oro e il primo posto della classifica ufficiale Fimi/Gfk e contemporaneamente al numero uno delle classifiche di Spotify, Apple Music, iTunes, TIMmusic, Shazam, Amazon Music, Google Play e Tidal. Dopo il new vintage 60’s de “L’esercito del selfie” e la retrowave italo-disco di “Da sola in the night” questa volta Takagi & Ketra fanno ballare con un futuristico Baile do Favela, il ritmo brasiliano partito dai sobborghi di Rio e Sao Paulo che sta spopolando in tutto il globo, accompagnato da una melodia killer cantata dall’inconfondibile voce di Giusy Ferreri e con la collaborazione della superstar Americana/Jamaicana Sean Kingston (Beautiful Girls). Il video di “Amore e Capoeira”, girato nella favela di Tavares Bastos in Rio de Janeiro, sulle spiagge di Ipanema e Urca (Pan di zucchero) e davanti alla Scalinata Selarón, è stato per una settimana al numero 1 delle tendenze di YouTube.

10. Loredana Bertè – “Maledetto Luna Park”

Dopo 13 anni dall’ultimo album in studio, il 28 settembre è uscito il nuovo cd di Loredana Berté, “LiBertè”, prodotto da Luca Chiaravalli, lo stesso che ha recentemente contribuito al rilancio di Nek e Paola Turci. Ha spopolato in radio il singolo “Maledetto Luna-Park”. Non c’è dubbio che la Bertè, dopo un lungo oblio, stia vivendo un periodo di grande e meritata nuova rimonta nel panorama musicale italiano, anche grazie ad alcune collaborazioni con musicisti molto in voga fra i giovanissimi. Il culmine di questa rinascita artistica si avrà tra meno di un mese con la sua partecipazione al Festival di Sanremo. E pensare che tutto era iniziato, un po’ a sorpresa, nell’estate 2018 con il travolgente successo di “Non ti dico no”, tra i brani più trasmessi dalle emittenti radiofoniche nostrane nonché uno dei principali tormentoni della stagione calda. Il singolo ha anticipato l’uscita di “Barracuda”, ultimo album d’inediti della band salentina Boomdabash con cui la Bertè ha duettato. Il resto è storia.

11. Jovanotti – “Viva la libertà”

“Lorenzo Live 2018” è stato il tour dei record di Jovanotti che, per celebrarne la fine, ha proposto un brano accompagnato da un video, un grande omaggio al suo pubblico. “Viva la libertà” infatti, tratto dall’album “Oh, vita!”, è il pezzo con cui Jovanotti ha chiuso la scaletta di tutti i concerti di Lorenzo Live 2018. “Quando ho scritto ‘Viva la libertà’ – spiega il cantante – l’ho fatto proprio pensando ai concerti, desideravo che la mia gente uscisse dai palasport con quella parola in testa e una melodia semplicissima da portarsi addosso per un po’…”. Alla fine dello show, quando si riaccendono le luci del palasport, dopo aver ballato e cantato, ci si guarda di nuovo in faccia e per un attimo quella parola, ‘Libertà’, prende forma e ha di nuovo senso e significato. Si esce dal palazzetto cantandola insieme e portando con sé quella sensazione per “farla durare, e darle spazio”. È una canzone “volutamente “elementare”, nel senso proprio che è fatta con elementi essenziali”. Dopo aver fortemente voluto in radio un brano come “Affermativo”, per la sconvolgente poesia del testo e per l’urgenza artistica di proporla in questo particolare contesto storico, per la chiusura del tour, Jovanotti vuole salutare il suo immenso pubblico con il brano con cui ha scelto di concludere ciascuna delle serate di questo fortunatissimo tour. Nel 2019 Jova sarà ancora on stage con un intrigante tour sulle spiagge.

12. Thegiornalisti – “Felicità puttana”

I Thegiornalisti, gruppo capitanato da Tommaso Paradiso, sono tornati nel 2018 con il nuovo singolo “Felicità puttana” (Carosello Records) disponibile dal 13 giugno in streaming e download e in rotazione radiofonica dal 15 giugno. Il singolo è arrivato dopo il successo di “Questa nostra stupida canzone d’amore”, brano che in poco più di due mesi è stato certificato disco di platino digitale, contando quasi 25 milioni di views su YouTube e attestandosi stabilmente nella Top 10 dei brani più trasmessi dalle radio italiane. “Felicità puttana”, prodotta da Dario Faini e mixata da Matteo Cantaluppi, descrive uno stato d’animo di assoluto e spensierato benessere: la sensazione di essere maledettamente felici e di volerlo urlare al mondo o semplicemente a qualcuno attraverso un audio su Whatsapp: “Ti mando un vocale di 10 minuti”. Il video, diretto dagli YouNuts!, richiama le atmosfere anni ‘80 del celebre film “Borotocalco” di Carlo Verdone. Protagonista d’eccezione Matilda De Angelis, tra i nuovi volti più talentuosi e promettenti del cinema italiano. Matilda e Tommaso nel clip raccontano da due punti di vista differenti l’attesa che precede un appuntamento romantico, in maniera ironica e divertente. È forse l’attesa dell’appuntamento più che l’appuntamento stesso a rendere così felici?

13. Tiromancino – “Noi casomai”

“Noi Casomai” è stato il primo inedito dei Tiromancino estratto da “Fino a qui”, album uscito il 28 settembre su etichetta Sony Music Italy. Presentato in anteprima assoluta durante Le Giornate degli Autori in occasione della 75ª Mostra del Cinema di Venezia, il video scritto e diretto da Federico Zampaglione vanta la partecipazione di Francesco Montanari, Riccardo De Filippis, Giglia Marra e Virgilio Olivari per tutta la settimana sarà proiettato in sale cinematografiche selezionate. Brano intenso e profondo e con una forte carica emotiva, “Noi casomai” (scritto da Federico Zampaglione con Luigi Sarto, Remo Elia e Luca Sala) è solo uno dei 4 inediti contenuti nell’album “Fino a qui”, disco che ha segnato il ritorno in grande stile dei Tiromancino e che contiene anche le canzoni più significative della band, interamente risuonate, riarrangiate e reinterpretate per l’occasione da Federico Zampaglione insieme a grandi artisti del panorama musicale italiano. Tra pochi giorni i Tiromancino inizieranno un tour teatrale accompagnati da un’orchestra.

14. Alessandra Amoroso – “La stessa”

“Cambieranno le mode, le canzoni d’estate, ma io sarò la stessa”. È un verso del singolo di Alessandra Amoroso, intitolato appunto “La stessa”, che a poche settimane dall’uscita già volava nell’airplay radiofonico, confermando quanto sia speciale il rapporto tra la cantante pugliese e il suo pubblico. Il brano ha lanciato il nuovo album della vocalist salentina: “Dieci”. Alessandra Amoroso ha vinto l’edizione 2009 di Amici, consacrandosi con il brano “Stupida” e, successivamente, con altre canzoni di successo quali “Immobile”, “Estranei a partire da ieri” e “Senza nuvole”. Anni fa, Gianni Morandi la volle al proprio fianco in televisione per lo show “Grazie a tutti”. L’album “Senza Nuvole” rimase nella top 20 della classifica per oltre 35 settimane, guadagnando 3 dischi di platino, e per questo fu premiato ai Wind Music Awards 2010 nella categoria “multiplatino”. Tra le sue collaborazioni non può essere dimenticata quella con Tiziano Ferro, che portò al brano “Amore puro” nonchè al relativo cd con lo stesso titolo e la produzione artistica di Ferro e Michele Canova.

15. Annalisa – “Bye bye”

Dopo l’ottimo terzo posto sanremese per Annalisa con “Il mondo prima di te”, è arrivato il nuovo singolo. La vocalist ligure il 16 febbraio ha pubblicato “Bye Bye”, il nuovo album di inediti, e ora ha lanciato proprio la title-track. Questo nuovo progetto vanta la produzione artistica di Michele Canova e ha visto la cantautrice e interprete raffinata in una veste nuova, con sonorità e temi originali. Il suo precedente singolo “Direzione la vita” aveva debuttato al n. 1 di iTunes raggiungendo la certificazione Oro per le vendite, e si è posizionato tra i brani più trasmessi dalle radio italiane. Il relativo video ha superato 13 milioni di visualizzazioni.

16. J-Ax & Fedez – “Italiana”

Protagonisti delle estati 2016 e 2017, J-Ax e Fedez non hanno voluto mancare anche nell’estate 2018 con “Italiana”, un ritratto dell’Italia contemporanea, nella quale si incontrano e scontrano i punti di forza e le debolezze del nostro bel paese: dalla cucina, la bellezza mediterranea, il buon umore e la cordialità, l’accoglienza (i balli sulle spiagge), il nostro essere eterni sognatori (ci nutriamo di illusioni) all’essere fuori dal mondiale o creduloni di fake news. L’Italia è quel posto meraviglioso e unico che con le sue bellezze ti fa dimenticare ogni peggior difetto, soprattutto in estate e i due artisti vogliono raccontare una storia italiana dove la forza della musica fa superare ogni difficoltà. Il brano è firmato da J-Ax e Fedez e prodotto dalla coppia Takagi & Ketra (rispettivamente Alessandro Merli e Fabio Clemente), che hanno già collaborato alle hit di maggior successo, tra cui “Vorrei Ma Non Posto” e “Senza Pagare”. La coppia ha festeggiato la sua sorprendente collaborazione artistica con “La Finale” il 1° giugno allo Stadio San Siro di Milano. Insieme a loro, sul palco a 360°, sono saliti Levante, Malika Ayane, Nina Zilli, Grido, Gué Pequeno Il Cile, Sergio Sylvestre e Stash. J Ax e Fedez hanno regalato ai fan un evento unico in cui hanno ripercorso le loro carriere con i brani più significativi, tratti dal proprio repertorio solista e dall’ultimo successo discografico scritto a 4 mani, “Comunisti col Rolex”, il disco italiano più venduto del 2017 in Italia.

17. Luca Carboni – “Una grande festa”

È andato forte “Una grande festa”, il nuovo singolo di Luca Carboni pubblicato alla fine di aprile e primo estratto dal tredicesimo album in studio “Sputnik” (uscito l’8 giugno). Il brano è stato scritto da Federica Camba, Luca Carboni, Valerio Carboni e Daniele Coro. Il cantautore bolognese torna così sulle scene a tre anni dall’ultimo cd “Pop Up”, che era stato lanciato da pezzi di successo come “Luca lo stesso” e “Bologna è una regola”. Quest’ultima era una ballad electro-pop dalla vena malinconica, una dichiarazione d’amore alla città natale di Carboni e al suo eterno fascino misterioso. Non c’è dubbio che Carboni abbia fatto centro ancora una volta.

18. Baby K – “Da zero a cento”

Baby K ha conquistato il doppio disco di platino con la super hit “Da zero a cento”. Un ulteriore trionfo per questa giovane vocalist, che è stata l’indiscussa regina di quest’estate, ottenendo il record di prima artista italiana ad aver raggiunto 1 milione di iscritti sul suo canale YouTube. “Da zero a cento”, oltre ad essere stata per tutta l’estate nelle vette più alte di tutte le classifiche italiane, è da 3 settimane al primo posto dei brani più trasmessi in radio. Insomma, un autentico successo che non accenna a fermarsi.

19. Ultimo – “Il ballo delle incertezze”

Il cantante romano Ultimo, vincitore della sezione “Nuove Proposte” al 68° Festival di Sanremo, è andato forte in radio con il brano “Il ballo delle incertezze” e il relativo album “Peter Pan”. Davvero interessante questo giovane artista, nome d’arte di Niccolò Moriconi, che è nato a Roma nel 1996. Ultimo ha iniziato a studiare musica all’età di 8 anni al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma e, da quel momento, non ha mai abbandonato la sua più grande passione. Promettente e determinato, ha cominciato a scrivere le prime canzoni a 14 anni. Nel 2016 ha vinto il concorso promosso dalla casa discografica Honiro. All’inizio del 2017 ha pubblicato il singolo “Chiave”. Tra le sue esibizioni, da ricordare l’opening act per il concerto di Fabrizio Moro al Palalottomatica di Roma. Il suo primo album si intitolava “Pianeti”. Nel 2019 tornerà a Sanremo.

20. Raf e Umberto Tozzi – “Come una danza”

Il 2018 ha segnato anche il ritorno di Raf e Umberto Tozzi insieme dopo trent’anni: era infatti il 1987 quando i due cantanti incisero in coppia “Gente di mare”, grandissimo successo che fu anche portato all’Eurovision Song Contest (all’epoca Eurofestival). Ora Tozzi e Raf si sono riproposti con l’inedito “Come una danza”, nonché una versione riveduta e corretta di “Gente di mare”. Questo nuovo anno li vedrà l’uno a fianco all’altro anche su un palco: sta infatti per partire un tour che i due artisti terranno congiuntamente nei prossimi mesi.

Canzoni del momento italiane 2018

  1. Ermal Meta e Fabrizio Moro – Non mi avete fatto niente
  2. Laura Pausini e Biagio Antonacci – Il coraggio di andare
  3. Vasco Rossi – La verità
  4. Giorgia – Le tasche piene di sassi
  5. Lo Stato Sociale – Una vita in vacanza
  6. Marco Mengoni – Voglio
  7. Maneskin – Torna a casa
  8. Rovazzi – Faccio quello che voglio
  9. Takagi & Ketra ft. Giusy Ferreri – Amore e Capoeira
  10. Loredana Bertè – Maledetto Luna Park
  11. Jovanotti – Viva la libertà
  12. Thegiornalisti – Felicità puttana
  13. Tiromancino – Noi casomai
  14. Alessandra Amoroso – La stessa
  15. Annalisa – Bye bye
  16. J-Ax & Fedez – Italiana
  17. Luca Carboni – Una grande festa
  18. Baby K – Da zero a cento
  19. Ultimo – Il ballo delle incertezze
  20. Raf e Umberto Tozzi – Come una danza