Classifica musica italiana Aprile 2019, le hits del mese

Classifica musicale, migliori canzoni aprile 2019. Novità, trend radiofonici del mese. In vetta ci sono Laura Pausini e Biagio Antonacci con “In questa nostra casa nuova”

MILANO – Torna anche ad aprile la nostra consueta classifica della musica italiana. Questo mese, con il nuovo singolo “In questa nostra casa nuova”, sono Laura Pausini e Biagio Antonacci a conquistare la vetta. Vediamo dunque insieme quali sono le 10 canzoni Top secondo L’Opinionista.it. Si ringrazia Radio C1 per la collaborazione.

CLASSIFICHE APRILE 2019: InternazionaleBachata – Salsa Cubana – Salsa Classica – Kizomba

1. Laura Pausini e Biagio Antonacci – “In questa nostra casa nuova”

Dal 22 marzo è arrivato a sorpresa il nuovo brano realizzato da Laura Pausini e Biagio Antonacci, pronti ad infiammare gli stadi la prossima estate con il loro tour congiunto. La grande amicizia, la stima, gli eclatanti successi raggiunti hanno portato i due artisti a collaborare varie volte negli ultimi 20 anni: hanno condiviso i reciproci palchi, duettato in occasioni prestigiose. Biagio ha scritto alcuni dei più importanti brani del repertorio di Laura ma non era mai accaduto che un brano venisse ideato e composto dallo stesso cantautore per unire le loro due voci, fino a “In questa nostra casa nuova”. “La casa è rifugio, segno di convivenza e ripartenza. Non importa grande o piccola che sia, quando tiene fuori il male”. Il brano (su etichetta Iris distribuita da Sony Music) nasce dal desiderio di Laura e Biagio di continuare a percorrere insieme un momento di condivisione, proprio come accadrà in occasione del tour che terranno negli stadi italiani la prossima estate. Questo nuovo singolo conferma così la grande intesa tra le due icone della musica pop, da più di 25 anni amici e colleghi, pronte a scendere in campo nei principali stadi italiani con 11 appuntamenti live dal 26 giugno.

2. Ligabue – “Certe donne brillano”

“Certe donne brillano” è il nuovo singolo di Ligabue, prodotto da Federico Nardelli. Segue “Luci d’America”, brano che ha anticipato il dodicesimo disco d’inediti “Start”, che sarà presentato live in estate: il 14 giugno, infatti, dallo Stadio San Nicola di Bari partirà lo “Start Tour 2019” di Ligabue, in concerto nei principali stadi d’Italia con un grande show. Il video, diretto da Marco Salom e girato all’Italghisa di Reggio Emilia, mostra Ligabue in concerto dentro un locale. Da sottolineare che “Luci d’America” è stato per quattro settimane consecutive dall’uscita al vertice della classifica EarOne dei brani più trasmessi dalle radio. “Start” è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme streaming.

3. Takagi e Ketra – “La luna e la gatta”

È in radio e in digitale “La luna e la gatta” (Merli/Clemente/Paradiso), il nuovo singolo dei produttori multiplatino Takagi e Ketra featuring Tommaso Paradiso, Jovanotti e Calcutta. Finalmente svelati i nomi dei “The Barbooodos”. Quella che doveva essere una improbabile band esordiente è invece una formazione di 3 eccellenze del cantautorato italiano e due produttori fuoriclasse destinati a lasciare un segno indelebile nella musica italiana. Takagi & Ketra hanno iniziato a collaborare nel 2012. Il primo progetto è con Rocco Hunt, nella produzione di “Nu Juorno buono”, brano vincitore della categoria giovani a Sanremo nel 2013. Le collaborazioni si susseguono con le migliori penne del pop e dell’indie italiano, con artisti come J-Ax, Fedez, Laura Pausini, Calcutta, Lorenzo Jovanotti, Tommaso Paradiso, Elisa, Mika, Fabri Fibra, Marracash, Baby K, Jake la Furia, Briga, Giusy Ferreri, Lorenzo Fragola e Arisa collezionando così numerosi singoli platino e raggiungendo anche il mercato estero con il grande successo del brano “Roma-Bangkok” (9 dischi di platino).

4. Francesco Renga – “L’odore del caffè”

È “L’odore del caffè” il titolo del nuovo singolo di Francesco Renga, che anticipa il suo nuovo disco di inediti, “L’altra metà”, in uscita il 19 aprile. Scritto da Ultimo, “L’odore del caffè” è un brano che racconta di sentimenti e stati d’animo con un linguaggio semplice e diretto e grande intensità emotiva e vocale, quell’intensità che ha da sempre caratterizzato Francesco come uno tra gli artisti più apprezzati dal pubblico italiano. L’ex cantante dei Timoria è stato quest’anno in gara al Festival di Sanremo con “Aspetto che torni”. Dopo il ritorno discografico, in primavera, Francesco Renga tornerà anche dal vivo con “Verona e Taormina Live 2019”, due concerti unici all’interno delle magiche cornici italiane dell’Arena di Verona (27 maggio) e del Teatro Antico di Taormina – ME (13 giugno).

5. Ultimo – “Rondini al guinzaglio”

“Rondini al guinzaglio” è il nuovo singolo di Ultimo, dove è forte il desiderio di essere portati altrove, liberi di amare senza pregiudizi, alla ricerca di leggerezza e di un mondo dove è possibile sbagliare, superare gli ostacoli e “dove vive e si ribella ogni rondine al guinzaglio”. Il brano è tratto dall’ultimo album “Colpa delle favole”, appena uscito, e segue “I tuoi particolari”, canzone classificatasi al secondo posto a Sanremo 2019 con cui Ultimo raccontava le piccole cose, i gesti e i dettagli nascosti di una relazione che diventano molto presenti nei ricordi, e si rivelano nella loro importanza quando non ci sono più. Le strofe incisive cantano l’assenza, i contorni di una storia finita, e ciò che sembra un particolare minore è proprio quello di cui si sente più forte la mancanza. Ora l’artista romano si prepara a partire per una tournée nei palazzetti italiani che inizierà il 27 aprile dal PalaSele di Eboli e che ha registrato, con tre mesi d’anticipo, il sold out di tutti i 18 concerti.

6. Patrizio Santo e Luca Abete – “Non ci ferma nessuno”

#NonCiFermaNessuno, la campagna sociale ideata e promossa da Luca Abete per i giovani per motivarli ad affrontare la vita in modo positivo, ha ora una colonna sonora che porta lo stesso titolo.
 “Non ci ferma nessuno” è una canzone dal ritmo travolgente cantata da Patrizio Santo con il featuring di Luca Abete, pubblicata dalla Ondesonore Records di Francesco Altobelli e dal 1° marzo in tutte le Radio e Digital Store. 
A firmarla sono gli stessi Patrizio Santo, Luca Abete e Francesco Altobelli insieme ad Andrea Gallo. Si tratta di un brano con un testo importante, che racchiude tutta la filosofia di #NonCiFermaNessuno e del suo format, unico nel suo genere oltre che originale. Attraverso un approccio innovativo e basato sul dialogo, Luca Abete tiene dal 2014 incontri nelle Università, nelle scuole, nei teatri e in eventi di aggregazione giovanile (per saperne di più: www.noncifermanessuno.org).

7. Nek – “Mi farò trovare pronto”

L’attesa per il nuovo album di inediti di Nek è quasi finita: il suo nuovo progetto discografico (distribuito da Warner Music Italy) uscirà in tutti i negozi il prossimo 10 maggio a distanza di tre anni dal precedente “Unici”. All’interno del nuovo disco sarà contenuto anche “Mi farò trovare pronto”, brano con cui Nek ha partecipato al 69° Festival di Sanremo. Attualmente in rotazione radiofonica, il brano è stato scritto dall’artista insieme a Luca Chiaravalli e Paolo Antonacci, ed è ispirato a una poesia di Jorge Luis Borges, “È l’amore”, e a un viaggio nelle favelas brasiliane che Nek ha realizzato lo scorso anno, dove ha visto con i propri occhi quello che l’amore può realmente fare. E da novembre Nek tornerà anche a esibirsi all’estero in una serie di appuntamenti live nelle principali città d’Europa, toccando tra gli altri anche la Spagna, il Regno Unito e la Francia. Sarà l’occasione per tutti i suoi fan europei per ascoltare dal vivo i brani del nuovo album e le hit che in oltre venticinque anni di carriera hanno conquistato il pubblico di tutto il mondo.

8. Loredana Bertè – “Cosa ti aspetti da me”

Dopo 13 anni dall’ultimo album in studio, il 28 settembre scorso è uscito il nuovo cd di Loredana Berté, “LiBertè”, prodotto da Luca Chiaravalli, lo stesso che ha recentemente contribuito al rilancio di Nek e Paola Turci. Il disco è stato da poco ripubblicato in occasione della partecipazione di Loredana a Sanremo 2019 con “Cosa ti aspetti da me“, classificatasi al quarto posto. Non c’è dubbio che la Bertè, dopo un lungo oblio, stia vivendo un periodo di grande e meritata nuova rimonta nel panorama musicale italiano, anche grazie ad alcune collaborazioni con musicisti molto in voga fra i giovanissimi. Il culmine di questa rinascita artistica si è avuto con la sua partecipazione al Festival di Sanremo. E pensare che tutto era iniziato, un po’ a sorpresa, nell’estate 2018 con il travolgente successo di “Non ti dico no”, tra i brani più trasmessi dalle emittenti radiofoniche nostrane nonché uno dei principali tormentoni della stagione calda. Il singolo ha anticipato l’uscita di “Barracuda”, ultimo album d’inediti della band salentina Boomdabash con cui la Bertè ha duettato. Poi ha spopolato in radio “Maledetto Luna-Park”. Il resto è storia.

9. Marco Mengoni – “Muhammad Ali”

Muhammad Ali” è il nuovo singolo di Marco Mengoni. Il video è stato girato a Ronciglione, città natale dell’artista. Segue “Hola (I say)”, ballad cantata con Tom Walker che ha catturato i cuori degli ascoltatori nel giro di poco tempo. Entrambi i brani sono estratti dall’album “Atlantico”, uscito il 30 novembre 2018: si tratta del quinto cd della carriera di Mengoni. “Atlantico” è disponibile in cinque versioni ognuna con una tracklist diversa e un booklet proprio. Un lavoro che esce dopo due anni di lavoro e che prende il titolo dalla fonte di ispirazione di questo tempo che Mengoni ha deciso di prendersi per sé. Il viaggio, i viaggi, l’oceano che più ha attraversato. L’Atlantico. Un album di respiro internazionale con idee e viste che spaziano in un altrove vissuto e riecheggiato. “Hola (I say)” ne è la riprova. Altri singoli ricavati da questo disco sono “Buona Vita” e “Voglio”.

10. Charlotte Ferradini – “Arcobaleno”

Intensa, emozionante, affascinante. Tre parole che ben racchiudono l’essenza di Charlotte Ferradini e di “Arcobaleno”, il suo nuovo singolo uscito per Ondesonore Records di Francesco Altobelli con la coproduzione di Valentino Forte. Sia la musica che le parole portano la firma della cantautrice, che ha poi arrangiato il brano insieme al padre Marco Ferradini e a Valerio Gaffurini al Cromo Studio di Brescia. “Arcobaleno è un brano che parla di quel fenomeno tanto diffuso ma spesso taciuto che è l’inquinamento emozionale” – spiega Charlotte – “A volte ci alziamo con la luna storta e magari trattiamo male una persona che non ci ha fatto nulla. Quest’ultima si sentirà aggredita e magari a sua volta si sfogherà su un’altra ‘vittima innocente’. Si crea insomma una sorta di circolo vizioso che genera un ambiente emotivamente inquinato. Ecco perché il leit motiv sul perdono: abbiamo tutti qualcosa da perdonarci”. Il singolo è accompagnato da un videoclip di grande atmosfera, diretto da Namas.